Trieste, 28 Gennaio 2022

A Pressano l'illusione dura 30': Trieste chiude il 2021 con un ko

18 Dicembre 2021 Autore: Alessandro Asta

Niente colpo gobbo giuliano al Palavis: l’illusione della Pallamano Trieste di strappare un risultato favorevole al Pressano svanisce nel secondo tempo e con essa la possibilità di accedere in extremis alle Final Eight di Coppa Italia. I giuliani chiudono il girone d’andata con una sconfitta preventivabile sul parquet trentino (22-19), anche se per trenta minuti abbondanti i biancorossi erano riusciti a mettere la museruola a una delle squadre più forti del campionato.

Partenza di sfida che sorride agli ospiti, con Trieste brava a difendere in 5-1 e a disinnescare diversi attacchi dei padroni di casa (3-1 biancorosso al 7’ con Radojkovic, Di Nardo e Sandrin). Pressano non entra in ritmo, il vantaggio giuliano si mantiene tale con Pernic e ancora Sandrin ma più in generale sono gli ospiti ad avere l’inerzia nella prima metà di frazione (6-3 sul sette metri segnato da Radojkovic al 15’). Si mette all’opera anche Zoppetti con una serie di belle respinte e Trieste – nonostante un paio di esclusioni temporanee – tiene perfettamente sul parquet di Lavis nei primi venti minuti di contesa, cambiando anche la difesa con una 3-2-1 che più di qualche fastidio lo dà alla compagine allenata da Fusina. Il break interno di 2-0 spezza però il buon momento giuliano, il rigore di Alberino al 25’ riequilibra il match sull’8-8 e Pressano riesce anche a mettere il muso avanti qualche istante più tardi. I biancorossi restano comunque vivi sino alla sirena di metà gara, trovando con Radojkovic e Hrovatin i gol necessari per restare a stretto contatto trentino, sull’11-10.

L’inizio di ripresa vede tante difficoltà da parte di Trieste nell’attaccare la porta difesa da Loizos: Visintin rompe l’impasse di quasi quattro minuti senza gol, Radojkovic colleziona il pari al 35’ (12-12). I ritmi di gioco si alzano progressivamente, un vantaggio prezioso per il Pressano nei minuti che seguono: i biancorossi restano agganciati sul 15-15, poi i trentini sembrano essere molto più oliati in attacco (bene in ala con Iachemet) e gli ospiti sono costretti per la prima volta in partita a inseguire (19-16, time-out Trieste a quindici dalla fine). Con l’uomo in meno (Radojkovic espulso per 120’’) e con tanto nervosismo in più, i giuliani si trovano costretti a scalare una montagna nell’ultima parte di gara. Ancora Loizos si erge protagonista tra i pali gialloneri e gli attacchi ospiti sono molto meno efficienti rispetto ai minuti precedenti: Mazzarol consegna il -2 al 50’, ma è l’ultimo vero acuto dei triestini che poi subiscono il break decisivo nei minuti conclusivi. Trieste chiude la metà regular season al nono posto, superata in classifica dall'Eppan vittorioso sul Secchia: all'orizzonte per i giuliani ora c'è più di un mese di stop, e chissà se si vedrà qualcosa di nuovo anche in ambito di nuovi sponsor...

*** 

PRESSANO 22
TRIESTE 19

(primo tempo 11-10)

PRESSANO
Facchinelli, Dallago 4, Fadanelli 3, Chistè, Alberino 6, Villotti, Giongo, Sontacchi 1, Jansson 2, Folgheraiter, Dainese, Moser 3, Iachemet 3, Loizon, Gazzini.
All. Fusina

TRIESTE
Zoppetti, Giorgi, J. Radojkovic 5, Aldini 1, Hrovatin 1, Mazzarol 1, Nocelli, Pernic 2, Di Nardo 2, Visintin 2, Stojanovic, Sandrin 2, Pagano 3.
All. F. Radojkovic

ARBITRI: Schiavone e Nicolella


Condividi sui tuoi social