Trieste, 26 Ottobre 2021

Un tempo, poi il buio: vince il Padova 2-0

19 Settembre 2021 Autore: Roberto Urizio

Un gol per tempo basta al Padova per battere una Triestina che fa vedere un bel primo tempo ma poi sparisce dopo la seconda rete biancorossa, giunta dopo neanche due minuti della ripresa. Buoni 45’ per la squadra alabardata ma il calo fisico e anche mentale della seconda frazione danno la misura di quanto l’Unione debba lavorare per recuperare condizione trovare e struttura d’insieme, al di là dei soli due punti incamerati in tre gare che sono bilancio povero ma ancora troppo parziale per suonare come una condanna.

Bucchi schiera l’Unione con il 3-5-2, Negro al posto di Capela rispetto alla gara con il Piacenza, centrocampo tutto di nuovi arrivi con Crimi, Giorno e Angiulli, Galazzi a sinistra e Trotta accanto a Gomez. L’Unione parte con buon piglio e sfiora il vantaggio al 7’ con Rapisarda che coglie il palo su azione da corner. Il Padova agisce più di rimessa e, dopo un paio di cross di Santini e Hraiech senza esito, passa al 18’: traversone di Kirwan, Ceravolo sfugge a Rapisarda e batte Offredi, incerto nell’uscita. La Triestina reagisce, segna con Trotta (rete annullata per un fuorigioco che lascia parecchi dubbi) e va vicina al pareggio con Gomez (clamorosa occasione mancata) e Crimi, mentre dall’altra parte c’è da segnalare solo una punizione di Curcio sventata da Offredi.

All’intervallo entra Di Massimo per Gomez ma il neoentrato non ha neanche il tempo di entrare in gara che arriva il raddoppio dell'undici di Pavanel: Ceravolo lavora un pallone in area e lo scarica a Ronaldo che realizza con un destro preciso. Bucchi prova una mossa da elettroshock con Natalucci per Volta, Giorico per Giorno e Procaccio per Crimi. L’Unione però ha perso la fiducia e gli equilibri del primo tempo e imbarca acqua, complici anche gli errori individuali di Lopez (graziato da uno stiramento sulla corsa di Nicastro) e Negro (Ceravolo manda a lato). Ma la partita è di fatto finita nel momento in cui è arrivato il secondo gol del Padova, nonostante un tentativo nel finale di Procaccio neutralizzato da Donnarumma. Un tempo non è bastato con il Piacenza, figuriamoci con la capolista.

 

PADOVA – TRIESTINA     2-0

(primo tempo 1-0)

GOL: 18’ pt Ceravolo, 2’ st Ronaldo

PADOVA: Donnarumma, Kirwan, Monaco, Valentini, Curcio (24’ st Pelagatti), Hraeich, Busellato, Della Latta, Santini (14’ st Nicastro, 16’ Jelenic), Ronaldo (24’ st Terrani), Ceravolo. (A disp. Vannucchi, Gasbarro, Germano, Vasic, Andelkovic, Settembrini, Bifulco, Chiricò). All. Pavanel

TRIESTINA: Offredi, Negro (30’ st Iotti), Volta (10’ st Giorico), Lopez, Rapisarda, Crimi, Giorno (10’ st Procaccio), Angiulli (10’ st Natalucci), Galazzi, Trotta, Gomez (1’ st Di Massimo). (Martinez, Giannò, Paulinho, Baldi). All. Bucchi

ARBITRO: Luigi Carella di Bari (assistenti Fabio Mattia Festa di Avellino e Amedeo Fine di Battipaglia, quarto ufficiale Daniele Virgilio di Trapani)

NOTE: ammoniti Galazzi, Ceravolo, Santini, Lopez; calci d’angolo: 2-4; minuti di recupero: 2’ e 5’

 


Condividi sui tuoi social