Trieste, 29 Novembre 2020

L'Unione riparte con un comodo tris alla Fermana

22 Novembre 2020 Autore: Roberto Urizio

Due premesse: la Fermana si è mostrata poca cosa ma anche, se non soprattutto, contro le squadre deboli si nascondono le vere insidie. La Triestina fa valere il suo rango contro la formazione marchigiana, mettendo subito in discesa la partita ed evitando patemi anche quando gli ospiti si sono riavvicinati. Bene quindi l'Unione nell'aggredire subito la partita, dimostrando di avere capito l'antifona di Salò, al di là della diversa caratura degli avversari.

Gautieri è squalificato e va in tribuna (dove si vede anche Pablo Granoche), Coletti fa il mister “titolare”. Nell'undici di partenza Tartaglia è il terzino destro al posto di Rapisarda, mentre Giorico dà un fiato a Calvano e Lodi si riprende la cabina di regia. La partenza dell'Unione è quella sperata: neanche 2' e Giorico mette in rete di sinistro un cross di Tartaglia. La difesa della Fermana è quella che è, ma Mensah la grazia all'8' con un tiro fuori misura. Offredi deve impegnarsi su Mordini al 10' ma sono gli alabardati a trovare il raddoppio, poco prima della mezzora, grazie a Petrella che concretizza un ottimo spunto di Mensah sulla sinistra.

All'intervallo Calvano prende il posto di Petrella (toccato duro alla fine del primo tempo) ed è subito pericoloso con un tiro-cross che nessuno riesce a deviare. Ci prova anche Rizzo ma Ginestra è attento. La rete la trovano i marchigiani all'8' con De Pascalis che con il sinistro prova a riaprire la gara. Dopo 2', però, la Triestina ristabilisce il doppio margine: corner di Lodi, spizzata di Gomez e zuccata vincente di Mensah, alla prima rete stagionale. Calvano deve uscire per infortunio (dentro Maracchi e anche Ligi per Lambrughi), Lodi va vicino al primo centro su punizione a Trieste ma Ginestra gli dice di no. Gli ospiti hanno un paio di occasioni per rimettersi in scia con Demirovic e Iotti ma non hanno la forza per un forcing davvero insidioso. Buon per la Triestina che conduce in porto tre punti per ricominciare la corsa.

 

 

TRIESTINA – FERMANA 3-1

(primo tempo 2-0)

GOL: 2' pt Giorico, 28' pt Petrella, 8' st De Pascalis, 10' st Mensah

TRIESTINA: Offredi 6, Tartaglia 6.5 (28' st Rapisarda s.v.), Capela 6.5, Lambrughi 6 (19' st Ligi 6), Brivio 6, Rizzo 6.5, Lodi 6, Giorico 7, Petrella 7 (1' st Calvano s.v., 19' st Maracchi 6), Mensah 7.5, Gomez 6.5 (52' st Butti s.v.). (A disp. Rossi, Boultam, Gatto, Filippini, Sarno, Palmucci, Cavaliere). All. Coletti

FERMANA: Ginestra 6, De Pascalis 6.5, Manetta 5, Manzi 5.5, Mordini 6.5, Iotti 5.5, Grbac 5.5, Labriola 5 (1' st Raffini 5.5), Liguori 5.5 (24' st Demirovic s.v.), Boateng 5.5 (39' st Cremona s.v.), Neglia 5. (A disp. Zizzania, Cognigni, Esposito, Scrosta, Grossi, Sperotto, Diop, Palmieri, Intinacelli). All. Antonioli

ARBITRO: Sajmir Kumara di Verona (Marco Dentico e Marco Belsanti di Bari, quarto ufficiale Bogdan Nicolae Sfira di Pordenone)

NOTE: ammoniti Lambrughi, Manetta, Grbac, De Pascalis, Capela; calci d'angolo: 11-4; minuti di recupero: 1' e 7'


Condividi sui tuoi social