Trieste, 05 Ottobre 2022

Partenza in salita, ma parlare di esonero è prematuro

19 Settembre 2022 Autore: Roberto Urizio

La parola d’ordine durante l’estate era “pazienza”, anche tra i tifosi che vedevano la Triestina costruirsi un po’ alla volta. Società nuova, allenatore giovane, squadra completamente rinnovata. Ma sono bastate quattro partite per esaurire questa pazienza: per carità, si sperava in qualche guizzo per poter avere di più dei miseri tre punti raccolti finora, ma l’ambiente ha già la fronda che chiede la testa di Bonatti. Non tutto fila liscio, il percorso è iniziato più in salita di quanto previsto (o desiderato), ma una delle principali critiche alla precedente gestione era proprio l’impossibilità per gli allenatori di avere il tempo necessario per lavorare. E allora perché voler perseverare nell’errore? Le decisioni di pancia hanno già dimostrato tutti i loro limiti, per cui stavolta commentiamo e critichiamo, ma auguriamoci che il raziocinio abbia finalmente il sopravvento. 


Condividi sui tuoi social