Trieste, 29 Febbraio 2024

Partenza falsa e reazione tardiva: l'Unione cade 2-1 a Mantova

09 Febbraio 2024 Autore: Roberto Urizio

Un avvio da incubo, il rischio di sprofondare e una reazione di nervi nel finale che però non basta a portare a casa un risultato positivo. La prima di Roberto Bordin sulla panchina alabardata corrisponde con una sconfitta per 2-1 sul campo della capolista Mantova che sfrutta una partenza sprint, gestisce per poi spaventarsi solo un po' negli ultimi minuti.

Schieramento spregiudicato per il nuovo mister: davanti a Matosevic coppia centrale composta da Ciofani e Moretti, con Pavlev e Anzolin terzini. A centrocampo Correia con Vallocchia e D'Urso che agisce da mezzala; davanti Lescano con Redan ed El Arzrak larghi. Al 9' Mantova già avanti: Celesia a sinistra supera Redan e centra sul secondo palo, dove Mensah anticipa Moretti e di testa segna il classico gol dell'ex. Galuppini da fuori ci prova e Matosevic mette in corner e sulla battuta di Burrai c'è lo stacco aereo vincente di Brignani. Al 13' è già 2-0 per la capolista. Vallocchia e D'Urso invertono le posizioni accanto a Correia, con il numero 30 che galleggia tra il ruolo di mezzala e quello di trequartista, ma è ancora Matosevic e dovere intervenire al 27' su Bragantini, quattro minuti dopo è Redolfi a impegnare l'estremo difensore alabardato. Festa giustifica la sua presenza in campo al 44' con una parata facile facile su Correia.

Niente cambi all'intervallo e ripresa che si apre con una punizione fastidiosa di Burrai che Matosevic disinnesca. Al 7' Lescano arriva un attimo in ritardo sulla punizione di Vallocchia. All'alba dell'ora di gioco dentro Rizzo, Fofana e Minesso per Vallocchia, D'Urso e Redan con Bordin che passa al 3-4-3. Proprio Minesso non riesce a deviare un insidioso cross di Pavlev, sul capovolgimento di fronte Matosevic ci mette i guantoni su Bragantini, poco dopo Moretti si immola su Fiore, sul corner miracolo del portiere sloveno sulla botta al volo di Radaelli, quindi Redolfi di testa non trova la porta. Fuori Correia e dentro Celeghin, batte un colpo Lescano ma Festa respinge; ci prova da fuori Moretti senza trovare la porta. L'Unione prova a riaprirla a 4' dalla fine con un rigore sbagliato da Minesso che poi si vede respingere anche la ribattuta, ma è Celeghin a realizzare il 2-1. Troppo tardi però per riaprirla davvero: vince il Mantova e per l'Unione c'è tanto da sistemare. I tifosi non gradiscono e invitano a tirare fuori gli attributi

 

MANTOVA – TRIESTINA 2-1

(primo tempo 2-0)

GOL: 9' pt Mensah, 13' pt Brignani, 41' st Celeghin

MANTOVA: Festa, Radaelli, Ridolfi, Brignani (29' st Maggioni), Celesia, Trimboli, Burrai, Bragantini (29' st Debenedetti), Galuppini (37' st Wieser), Fiori (20' st Bombagi), Mensah (29' st Monachello). (A disp. Sonzogni, Bani, Fedel, Napoli, Argint, Muroni, De Maio, Giacomelli). All. Possanzini

TRIESTINA: Matosevic, Pavlev, Ciofani, Moretti, Anzolin, Correia (20' st Celeghin), Vallocchia (13' st Fofana), Redan (13' st Rizzo), D'Urso (13' st Minesso), El Azrak, Lescano (35' st Vertainen). (A disp. Diakite, Agostino, Gunduz, Germano, Kacinari, Heitor, Petrasso, Crosara). All. Bordin

ARBITRO: Simone Galipò di Firenze (assistenti Lorenzo Giuggioli di Grosseto e Marco Cerilli di Latina, quarto ufficiale Emanuele Frascaro di Firenze)

NOTE: ammoniti Vallocchia, Moretti, Redolfi, Trimboli, Minesso, Fofana, Vertainen; calci d'angolo: 6-1; minuti di recupero: 2' e 4'


Condividi sui tuoi social