Trieste, 23 Giugno 2021

Padova - Alessandria: una in B, l'altra avversaria dell'Unione

10 Giugno 2021 Autore: Roberto Urizio

Padova – Alessandria. Chi vince se ne va in Serie B, chi perde sarà avversaria della Triestina nella prossima Serie C. La nuova suddivisione dei gironi in fasce orizzontali metterà infatti nel girone A le società di Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige, Lombardia e Piemonte. Solo se fosse salito l’Avellino ci sarebbe stato un “esubero” (probabilmente proprio i grigi) da mandare nel girone B del Centro Italia.

Chi è meglio togliersi dai piedi per la Triestina? Entrambe le pretendenti alla cadetteria hanno perso il campionato in volata: l’Alessandria contro il Como, con lo scontro diretto all’ultima giornata, il Padova facendosi rimontare dal Perugia. I patavini sarebbero al terzo tentativo di risalita dopo la retrocessione del 2019, i piemontesi invece ci provano da parecchi anni, con la ferita più profonda che risale al 2017, quando si fece recuperare dalla Cremonese.

Difficile, ovviamente, dire oggi chi potrebbe essere l’avversaria più pericolosa tra le due, anche perché ci sarà un mercato di mezzo. Inutile dire che il Padova è una rivale più sentita dalla tifoseria, senza dimenticare che la trasferta è chilometricamente molto più comoda rispetto a quella in Piemonte. Chiunque rimanga, sarà una pretendente alla promozione: quindi osservatori interessati sì, ma senza calcoli sensati o previsioni da poter fare. Pronostici? Al di là del fatto che l’Alessandria ha sofferto contro un ostico Albinoleffe, spuntandola ai supplementari, impossibile farne. È pur sempre una finale.


Condividi sui tuoi social