Trieste, 18 Maggio 2021

Lotta al vertice, errori e proteste. Con l'Unione messa in mezzo

13 Aprile 2021 Autore: Roberto Urizio

Cercare fattori esterni per giustificare le proprie mancanze, per mettere le mani avanti o per ottenere qualche vantaggio nelle partite successive, è pratica comune nel calcio italiano. E la volata per il primo posto nel girone B di Serie C non fa eccezione, con la Triestina che si trova messa in mezzo, visto che il calendario l’ha messa di fronte a tutte e tre le pretendenti alla promozione diretta in rapida sequenza e nella parte finale del campionato.

Il gol galeotto di Guido Gomez contro il Padova ha scatenato un domino di polemiche, reazioni e controreazioni che farebbero sorridere, se non fossero così prevedibili e stucchevoli. I biancoscudati hanno dapprima evitato uscite scomposte, ma poi sono caduti nella tentazione di alzare i toni alla vigilia della giornata di ieri.

Ma contro il Gubbio è toccato ai patavini vincere con qualche episodio arbitrale a favore (non tanto il rigore decisivo) che hanno mandato su tutte le furie gli umbri. Ma a Padova, evidentemente, si sentono oggetto di una sorta di macchinazione pro Perugia, tanto che da alcuni (tifosi, la società non ha proferito verbo in materia) è sorto il dubbio che la rimonta del Grifo contro l’Unione sia stata un “favore” fatto dagli alabardati ai diretti rivali per la promozione: ovviamente, chi ha solo intravisto l’incontro del “Curi” sa che le partite aggiustate sono altre. Insomma, nello stesso giorno i biancoscudati sono vittime e carnefici e, sinceramente, dal punto di vista comunicativo e dell’immagine non ne escono proprio benissimo.

Il Sudtirol, che lunedì sarà al “Rocco” per provare a tenere vivo il suo sogno, per il momento se ne è rimasto in disparte dal punto di vista dialettico, la Triestina è entrata invece nel dibattito ma (così come il Gubbio, che si è lamentato delle decisioni arbitrali contro il Padova con una nota ufficiale) è attrice non protagonista, tanto che il gol di mano di Gomez non ha avuto conseguenze sulle successive gare dell’Unione. Semmai, c’è stato un occhio di riguardo nei confronti della capolista dopo il torto subito. L’interesse è lì davanti, gli altri sono semplici osservatori.


Condividi sui tuoi social