Trieste, 23 Giugno 2021

Gravina: "Riforma campionati, obiettivo partire nel 2022/2023"

06 Giugno 2021 Autore: Roberto Urizio

Riforma dei campionati fra due stagioni? Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, in visita a Trieste tra ieri e oggi, vuole imprimere un’accelerazione verso la nuova strutturazione dei tornei professionistici. “Siamo a un punto cruciale, dobbiamo dimostrare di poter superare personalismi e tutelare il sistema” afferma Gravina. L’obiettivo è “limitare il divario tra le varie componenti con rapporti di mutualità e migliore distribuzione delle risorse”, afferma il presidente, e per farlo vuole arrivare a un diverso format, che coinvolgerà in particolare la Serie C, con un'Elite (o B2) e una riduzione del ricambio tra diverse categorie. Tradotto: meno promozioni e retrocessioni per dare maggiore stabilità.

Ma in che tempi si arriverà alla riforma? “Per legge ho il diritto di modificare la strutturazione dei campionati, ma sto cercando di sensibilizzare e stimolare nuove forme di sostenibilità, per avere una riforma condivisa” continua Gravina. Entro il 30 giugno bisognerebbe approvare le novità per poterla attivare fra due stagioni, “ma – spiega il presidente federale – nel prossimo Coniglio di mercoledì proporrò uno slittamento del termine al 31 agosto per avere ulteriori 60 giorni di tempo per poter partire nel 2022/2023. Sarò felice se si arriverà a una condivisione, altrimenti, se non ci fosse consenso politico, convocherà un’assemblea straordinaria e saranno le stesse società a decidere il loro destino”.

L’ipotesi di avere la Nazionale a Trieste è al vaglio, e l’occasione potrebbe essere una delle partite di qualificazione al mondiale in Qatar. “Quando avremo la certezza di poter avere il pubblico faremo le opportune valutazioni. Per esempio, avevamo promesso di portare gli azzurri a Bergamo ma farlo senza tifosi non è stata certa una grande forma di gratificazione. – spiega Gravina – Nel momento in cui ci sarà questa garanzia, Trieste è un’ipotesi concreta”.

 


Condividi sui tuoi social