Trieste, 23 Giugno 2021

Due semifinaliste: ma il girone A non era quello scarso?

03 Giugno 2021 Autore: Roberto Urizio

Ma non doveva essere il girone scarso? Vuoi per il richiamo delle piazze, vuoi per i confronti con il passato (“il Renate nel nostro gruppo lottava per salvarsi” è il refrain ascoltato più volte), il gruppo A della Serie C era additato da tutti (e sì, ci siamo cascati anche noi) come quello più facile. Lo ha vinto una neopromossa e, a parte l’Alessandria (che, seppure sudando, ce l’ha fatta a rimediare alla sconfitta dell’andata con la Feralpi), le altre squadre che hanno avuto accesso ai play-off non sembravano poter fare molta strada.

E invece, delle quattro semifinalista, due arrivano proprio dal gruppo nord-occidentale, con la sorpresa Albinoleffe che ha finito il campionato al settimo posto e, partendo dal primo turno, è arrivata fino al penultimo atto, facendo fuori una delle favorite sulla carta, ovvero il Catanzaro. E dal girone scarso arriva anche il Renate che per poco non fa fare una figuraccia al Padova, sfiorando un clamoroso tre su quattro da quel raggruppamento.

Una finalista arriverà proprio dal gruppo A, visto che Alessandria – Albinoleffe sarà una delle sfide del penultimo atto (Padova – Avellino l’altra semifinale). Un monito anche in vista della nuova suddivisione orizzontale dei gruppi si Serie C: non ci sono “macchie” geografiche più o meno forti, i conti bisogna farli sempre con tutti.


Condividi sui tuoi social