Trieste, 16 Aprile 2024

12° Memorial “Enzo Battimelli”: il 13 e 14 aprile arriva la nazionale azzurra di pugilato

01 Aprile 2024 Autore: Gabriele Lagonigro

La nazionale azzurra di pugilato guarda al futuro e parte da Trieste alla ricerca di nuovi talenti. L’occasione è quella del 12° Memorial “Enzo Battimelli”, un evento che ritorna dopo i successi di queste ultime stagioni, e che si terrà il 13 e 14 aprile al palazzetto dello sport Aquilina. Una kermesse dedicata ad uno dei grandi maestri della nobile arte sotto San Giusto e che viene organizzata anche quest'anno dalla Trieste Pugilato del tecnico Roberto Battimelli, che dal papà ha ereditato l'amore per questa splendida disciplina.

Una due giorni di boxe targata IBA, che si aprirà con i confronti internazionali tra Italia, Malta, Slovenia e Croazia. La giornata finale, quella di domenica, vedrà sul ring tutte le altre facce del pugilato, dal Criterium Giovanile in mattinata allo “Sparring IO” nel primo pomeriggio, per poi proseguire con la Gym Boxe e chiudere in serata con una riunione interregionale.

Trieste non perde l’occasione di ricordare Enzo Battimelli” commenta il figlio Roberto, anche lui tecnico di grande esperienza. “Papà è stato il grande maestro nonché fondatore della Trieste Pugilato e ogni anno gli dedichiamo questo evento, che ha come obiettivo di aprire le porte a tutti gli appassionati locali e di mettere in evidenza i talenti, regionali e non solo, della boxe”.

Quest’anno, in collaborazione con i tecnici azzurri Emanuele Renzini e Riccardo D’Andrea, da Trieste parte una selezione sperimentale di atleti di interesse nazionale. Un team che vedrà in primo piano pugili del Friuli Venezia Giulia, tra cui quelli della Trieste Pugilato, ma anche dal resto d’Italia. Il confronto sarà stimolante perché si tratta di un evento di carattere internazionale, che porterà ad Aquilinia la crema della nobile arte sia d'oltrefrontiera ma anche da più lontano. Si tratterà di veri e propri test match dall'indubbio fascino e dall'elevata spettacolarità.

Sabato 13 aprile, dalle ore 19, i primi a salire sul ring saranno cinque pugili regionali. Simone Alessio (youth 65), Vitale Bruzzese (youth 60), Musliu Rigon (youth 67), Cristian Riccobon (élite 67) e Raffaello Corbatto (élite 75) si confronteranno con pugili provenienti da Croazia e Slovenia. A seguire il confronto tra Italia e Malta che vedrà la sfida tra tre pugili azzurri, Marco Alfano (elite 60), Angelo Maresca (youth 75) e Alessandro Cafiero (youth 91) ed i pari peso e categoria dell'Isola. Chiuderanno i due “national contest” tra il campano Salvatore Attrattivo e l'atleta del Friuli Venezia Giulia Marco Sollero, nella sfida più attesa, e tra il veneto Nicolò Vettore e l’altro campano Giuseppe Esposito.

Domenica invece lo start avverrà alle 14 con tantissimi match di grande respiro, oltre ai contest giovanili. Si partirà con la sfida tutta femminile fra Victoria Assalini (Rui Boxe) e Clementina Metz (Ardita) per le junior 48 kg, a seguire Kevin Marchesan (Monfalcone) contro Kevin Bruzzese (Team Praino) fra gli junior 60 kg, Roberto Jorgio Boschi (Trieste Pugilato) opposto ad Andriy Robert Riera Bordes (Pugilistica Saronnese) negli youth 50 kg, Gabriele Favento (Grupps Trieste) - Junior Zaimi Luis (Ruzzle) categoria youth junior 63 kg, Christian Stagni (Trieste Pugilato) contro Omar Trabelsi (Team Lauri) fra gli youth 86 kg, Ermin Masic (Planet Fighters) se la vedrà con Matteo Peritore (Ruzzle) negli élite 73 kg, Jacopo Antinozzi (Trieste Pugilato) sfiderà Nikola Bozic (Grupps Trieste) categoria élite 70 kg, Daniele Macciotta (Audace) contro Gianmarco Scolaris (Team Praino) fra gli élite 75 kg ed infine Filippo Mellai (Apu) si batterà con Cristianis Stoienac (Saronnese) per quanto riguarda gli élite 86 kg.

Un week-end di qualità, insomma, organizzato dall’A.S.D. Club Sportivo Trieste Pugilato, società benemerita guidata dal presidente onorario e responsabile tecnico Roberto Battimelli, affiancato dal fratello Paolo e dallo staff composto dal maestro Nevio Carbi, Fabio Taucer, Silvano Parovel e dall’ex campione azzurro Biagio Chianese.

C’è necessita di guardare avanti dopo le brillanti qualificazioni olimpiche per il futuro del nostro pugilato - spiega il tecnico azzurro Riccardo D’Andrea - e questa manifestazioni triestina, che onorerà il pugilato con il ricordo di grandi maestri, proporrà un confronto agonistico di livello, che fungerà da test per nuovi atleti già adocchiati dai selezionatori azzurri”. Testimonial speciale del 12° Memorial Enzo Battimelli sarà il bronzo Olimpico Vincenzo Mangiacapre (in foto), che recentemente è tornato sul ring e con ogni probabilità parteciperà con la maglia azzurra ai prossimi campionati europei. “E’ una presenza oltremodo significativa - aggiunge Remo d’Acierno del settore comunicazione della Federazione Italiana Pugilato - perché rappresenta il coraggio del pugile che si rialza da qualsiasi avversità della vita e del ring. Un monito per tanti giovani. Vincenzo, nella conferenza stampa prevista a ridosso dell'evento, presenterà il suo libro intitolato 'Senza Guardia - dal marciapiede alle Olimpiadi', un lavoro autobiografico che non racconta solo i suoi successi ma soprattutto spiega come è riuscito a venir fuori da ambienti malsani grazie al pugilato”.

Sport e sociale, in un connubio che a Trieste non deluderà certo le attese.


Condividi sui tuoi social