Trieste, 23 Giugno 2021

Pallanuoto Trieste, è un sabato ricco di vittorie

15 Maggio 2021 Autore: Redazione

È un sabato di gioia per entrambe le formazioni alabardate: su lato maschile, arriva infatti un successo prezioso per la Pallanuoto Trieste nella gara di andata della finale per il quinto posto (e spareggio per la qualificazione in Euro Cup) della serie A1. Alla “Bruno Bianchi” la squadra del main-sponsor Samer & Co. Shipping ha superato l’Ortigia Siracusa per 13-10, tre gol di vantaggio da provare a difendere ora nella gara di ritorno in programma sabato 22 maggio in Sicilia. “I ragazzi hanno sfornato davvero una grande prova - spiega l’allenatore Daniele Bettini a fine match - tutti hanno fornito un ottimo apporto in una gara difficile e importante. Non posso che essere pienamente soddisfatto”.

Trieste parte forte, trascinata da uno scatenato Bini. Il mancino toscano sblocca la situazione in superiorità dopo 41’’, trova il 2-0 e mette dentro pure il 3-0 con una precisa stoccata sul palo lungo. Napolitano accorcia con l’uomo in più (3-1), Turkovic finalizza con il 4-1 un’azione corale in superiorità e Razzi in controfuga confeziona il 5-1. Ma a 5’’ dalla fine (una costante incredibile in questo match, l’Ortigia ha sempre segnato negli ultimissimi istanti di tutte e quattro le frazioni) Giacoppo scrive 5-2. Si segna tanto anche nel secondo periodo. Rossi riporta in scia i siciliani (5-3), Mladossich e Mezzarobba (in superiorità) fanno 7-3, Napoletano da boa tocca il pallone quel tanto che basta per il 7-4 e Buljubasic firma l’8-4. Poi, a 1’’ dal cambio di campo, Vidovic in superiorità fa 8-5.

Nel terzo periodo la Pallanuoto Trieste sembra addirittura poter prendere il largo. Buljubasic buca Tempesti da boa (9-5), Napolitano è il più veloce di tutti su una palla vagante con gli alabardati in doppia inferiorità numerica (9-6), poi arrivano le segnature di Mladossich dal palo con l’uomo in più (10-6), Napolitano sempre con l’uomo in più (10-7) e ancora Mladossich (di nuovo in superiorità) con una splendida conclusione al volo sul primo palo (11-7). Una magia di Mezzarobba, “alzo e tiro” con palla sotto l’incrocio, vale il +5 per i padroni di casa (12-7). Di nuovo però, esattamente a 1’ dalla fine del tempo, l’Ortigia trova ii gol con Rossi su rigore (12-8). Nel quarto periodo entrambe le squadre iniziano un po’ a speculare sulla differenza reti. Francesco Condemi, sempre in superiorità, realizza il -3 (12-9), Mezzarobba è lesto dal palo con l’uomo in più (13-9), ci pensa Oliva con tre grandi interventi e un rigore parato a Vidovic a difendere il prezioso +4 alabardato. A 4’’ dalla sirena finale Rossi in transizione mette dentro il definitivo 13-10.

PALLANUOTO TRIESTE - ORTIGIA SIRACUSA 13-10 (5-2; 3-3; 4-3; 1-2)

PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio, Buljubasic 2, Razzi 1, Turkovic 1, Diomei, Milakovic, Vico, Mezzarobba 3, Bini 3, Mladossich 3, Persegatti. All. Bettini

ORTIGIA SIRACUSA: Tempesti, Cassia, F. Condemi 1, Rocchi, Di Luciano, Ferrero, Giacoppo 1, A. Condemi, Mirarchi, Rossi 3, Vidovic 1, Napolitano 4, Piccionetti. All. Volarevic

Arbitri: Colombo e L. Bianco

NOTE: usciti per limite di falli Podgornik (T) e Mladossich (T) nel terzo tempo, Milakovic (T) e Rocchi (S) nel quarto tempo; nel quarto tempo Oliva (T) ha parato un rigore a Vidovic; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 6/9, Ortigia Siracusa 6/15 + 2 rigore
 

***

Buone indicazioni anche dalle orchette, che chiudono il campionato col sorriso. Nell’ultimo recupero del “final round” della serie A1 femminile, alla “Bruno Bianchi” la Pallanuoto Trieste si è imposta sulla Vela Ancona per 11-7. “Bene così - spiega Ilaria Colautti a fine gara - volevamo questo successo per lasciarci alle spalle questo campionato così sfortunato, le ragazze sono rimaste sempre coese e oggi hanno meritato la vittoria”.

La cronaca. Avvio di gara sostanzialmente equilibrato. Trieste si porta sul 2-0 grazie alle reti (entrambe in superiorità) di Rattelli e Boero (2-0), Ivanova (con l’uomo in più) e Colletta su rigore impattano sul 2-2, a 33’’ dalla fine del tempo Gagliardi si mette in proprio da boa e insacca il 3-2. Nella seconda frazione le orchette provano a scappare. Rattelli inventa una colomba dalla distanza (4-2), Jankovic si guadagna un rigore che Bettini trasforma con la solita precisione (5-2) e tra i pali Sara Ingannamorte stoppa le offensive marchigiane. Si va al cambio di campo con Trieste sul +3.

Nel terzo periodo tra i pali c’è Krasti, la squadra di casa non perde mai il controllo della situazione e continua ad allungare nel punteggio. Bartocci sigla il 5-3, Boero in superiorità mette in porta il 6-3, Altamura su rigore tiene in scia la Vela (6-4). Gagliardi è di nuovo incontenibile ai due metri (7-4) e Marussi finalizza una superiorità per l’8-4. Negli ultimi 8’ le orchette appaiono evidentemente stanche, ma gestiscono con oculatezza il vantaggio. Dopo 3’ senza reti Gagliardi riesce addirittura a dribblare il portiere prima di depositare in rete il 9-4, Quattrini prova a dare ossigeno alle ospiti (9-5), a 4’ dalla fine una fiondata di Bettini vale il 10-5 che chiude i conti con un certo anticipo. C’è ancora tempo per le reti di Colletta, Rattelli e il rigore di Altamura per il definitivo 11-7.

PALLANUOTO TRIESTE - VELA ANCONA 11-7 (3-2; 2-0; 3-2; 3-3)

PALLANUOTO TRIESTE: S. Ingannamorte, Gagliardi 3, Boero 2, Gant, Marussi 1, Lonza, Klatowski, E. Ingannamorte, Bettini 2, Rattelli 3, Jankovic, Russignan, Krasti. All. I. Colautti

VELA ANCONA: Uccella, Strappato, Ivanova 1, Riccio, Vecchiarelli, Bersacchia, Bartocci 1, Olivieri, Colletta 2, De Matteis, Altamura 2, Quattrini 1, Andreoni. All. Pace

Arbitri: Fusco e Bensaia

NOTE: nessuna uscita per limite di falli; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 4/7 + 1 rigore, Vela Ancona 2/8 + 3 rigori
 


Condividi sui tuoi social