Trieste, 27 Novembre 2022

Malo cede nel finale, seconda vittoria di fila per Trieste

19 Novembre 2022 Autore: Alessandro Asta

Con qualche complicazione di troppo nelle fasi più calde del secondo tempo, la Pallamano Trieste intasca la sua seconda vittoria di fila in campionato (l’ottava di stagione). Sul parquet di Malo i giuliani si impongono per 29-26, respingendo un pericoloso ritorno di fiamma veneto a ridosso degli ultimi dieci minuti di partita.

Parte forte la formazione di casa, subito sul 2-0 dopo altrettanti minuti di gara. In meno di trenta secondi Trieste però sistema le cose con Visintin e Sandrin, quest’ultimo ispirato dalla palla rubata a metà campo proprio dal capitano biancorosso. Gli ospiti trovano successivamente il primo vantaggio del match con Di Nardo (4-3 al 6’), chiudendo adeguatamente le maglie difensive con la 6-0 che rende la vita difficile ai vicentini. Si scatena Jan Radojkovic con una tripletta, i giuliani vanno sul +2 al 10’ (7-5) trovando però la risposta veneta, con un nuovo pari segnato da Marchioro dai sette metri. Gli acuti triestini arrivano dalle mani di Visintin, con splendidi assist, e dalle marcature di Sandrin, in difesa però i biancorossi concedono un po’ troppo alle individualità del Malo che è bravo a restare in scia, pagando un solo gol di ritardo al 30’ (16-15 Trieste all’intervallo).

Bene i biancorossi uscendo dagli spogliatoi: i padroni di casa restano in rottura prolungata con il gol per diversi minuti (Zoppetti strepitoso tra i pali alabardati, ma sono anche parecchie le palle recuperate in difesa dagli uomini di Fredi Radojkovic), arriva il +4 esterno al 36’ sul 19-15 che diventa qualche minuto più tardi 21-17 sul gol di Visintin. La partita diventa ruvida (colpo alla testa subito da Radojkovic, non sanzionato con i due minuti dai signori Colombo e Rizzo), la rete di Del Frari sembra mantenere lontana Trieste ma a dieci dalla fine Malo trova il break di 3-0 che la riporta completamente in partita (22-21). Ogni singolo gol fa poi la differenza: Mazzarol fa nuovamente +2 per i giuliani, Sandrin confeziona il provvisorio 26-23 a 3’30’’ dal termine. Arrivano altre respinte di Zoppetti in porta e la verve dei veneti si spegne su altre due reti di Mazzarol, quelle della staffa che regalano quattro lunghezze di vantaggio a poco più di 180’’ ancora da giocare. Bene così, in un match che si stava complicando proprio sul più bello.

***

PALLAMANO MALO 26 

PALLAMANO TRIESTE 29




(p.t. 15-16)

PALLAMANO MALO: Gaiu, Marchioro 3, Zanella 1, Rampon, Dalla Vecchia, Saccardo, Bertoldo, Berengan, Battistello, Sartori 2, Meneghello 8, Zanella 3, Grotto 6, Kovreta 3, Crosara, Campagnolo. All. Marchioro

PALLAMANO TRIESTE: Postogna, Zoppetti, J. Radojkovic 10, Mazzarol 3, Pernic, Di Nardo 2, Baragona, Valdemarin 2, Visintin 4, Del Frari 1, Sandrin 7, Perin, Oblascia. All. F. Radojkovic.

ARBITRI: Colombo e Rizzo


Condividi sui tuoi social