Trieste, 15 Aprile 2021

Il periodo nero continua: Cassano Magnago espugna Chiarbola

27 Marzo 2021 Autore: Alessandro Asta

Continua il momento nero in campionato della Pallamano Trieste: terza sconfitta di fila per i giuliani, costretti ad inchinarsi in via Visinada al cospetto del Cassano Magnago per 28-32. Il brutto inizio di gara, con un cospicuo handicap di gol sul groppone già in avvio di match, ha costretto i giuliani a una rincorsa risultata poi infruttuosa.

Recupero-record per Dapiran dopo il problema alla caviglia del week-end scorso: è sua la prima rete biancorossa in apertura di match, sebbene sia il Cassano Magnago a comandare nel punteggio nei primi minuti. Una partenza bruciante da parte degli ospiti consegna ben quattro gol di vantaggio alla compagine di Kolec (1-5) con il neo-tecnico biancorosso Ilic già costretto a rifugiarsi in time-out dopo sei minuti. Il gioco biancorosso è lento e prevedibile, andando a sbattere sulla 6-0 difensiva lombarda: per contro, ogni tiro verso la porta di Milovanovic è un gol. Il risultato è un pesante -6 che costringe Trieste già a rincorrere al 10’, ma che dà anche un minimo di scossa ai padroni di casa: il 4-1 di parziale, con la doppietta di Popovic, riapre i conti e permette ai giuliani di sfruttare buone soluzioni in pivot. Sul provvisorio 7-10 il Cassano riprende a segnare, un brutto fallo da dietro su Hrovatin da parte di Fantinato viene sanzionato con espulsione e cartellino blu: l’inerzia rimane comunque in mani ospiti (pur con tanti errori con l’uomo in più) con il 13-17 al 30’.

Un buon break di 4-0, ispirato da un più che positivo Popovic, porta Trieste a pareggiare i conti al 35’ sul 17-17. Con l’equilibrio che si ristabilisce, è anche una fase caotica del match quella che va in scena a Chiarbola: parecchi gli sbagli di ambo le squadre in fase di attacco, con i portieri a ergersi protagonisti. I biancorossi trascorrono diversi minuti in inferiorità numerica, ma restano ugualmente agganciati al match a metà tempo (23-23 sul gol di Dapiran), subendo però il parziale ospite di 3-0 che rimette la partita in favore del Cassano Magnago. Ilic cambia più volte difesa, passando dalla 6-0 alla 5-1 sino a un’aggressiva 4-2, ma sono le palle perse a condannare definitivamente Trieste: sul -4 a sette minuti dalla fine (25-29) c’è anche la capacità ospite di bucare con continuità la rete biancorossa. I padroni di casa perdono fiducia sino al termine, cedendo la vittoria ai lombardi.

***

TRIESTE 28
CASSANO MAGNAGO 32

(primo tempo 13-17)

TRIESTE
Bosco, Bratkovic 6, Dapiran 6, Di Nardo 5, Hrovatin 2, Mazzarol, Milovanovic, Milovic, Pernic 1, Popovic 7, Sandrin, Stojanovic, Valdemarin, Visintin 1, Zoppetti.
All. Ilic

CASSANO MAGNAGO
Bassanese 2, Bortoli 1, Branca 2, Dorio, Fantinato 2, Iballi, Ilic, La Mendola 4, Mazza 6, Monciardini, Moretti 9, Possamai, Riva, Saitta, Scisci.
All. Kolec

Arbitri: Dionisi e Maccarone


Condividi sui tuoi social