Trieste, 16 Aprile 2024

Tutto facile con Vigevano: il 103-57 parla da solo

30 Marzo 2024 Autore: Gabriele Lagonigro

Tutto facile. Anche troppo. Trieste straripa contro Vigevano, chiude il match dopo pochi minuti e per il resto la sfida di via Flavia diventa pura accademia. Poco da dire in una gara in cui il primo quarto si è chiuso a +18 e nel quale al 15' il tabellone segnava 42-9 per i padroni di casa.

Ma il penultimo confronto interno della fase a orologio, piuttosto ininfluente per una classifica che vede e vedrà i giuliani quinti e probabilmente affrontare Rieti nel primo turno dei play-off, aveva comunque alcuni significati dal peso specifico non indifferente e fra questi il rientro di Reyes era il più importante di tutti. Il ritorno del portoricano dopo oltre due mesi di stop è stato particolarmente incoraggiante: subito in quintetto, ha piazzato due canestri in avvio per poi “divertirsi” nel secondo quarto e toccare presto la doppia cifra nel suo tabellino personale. Un segnale di fiducia notevole per lui e per tutto il roster, considerando quelle che sono state, in tutto questo periodo, le dichiarazioni della società, secondo cui, con un Reyes a pieno servizio, Trieste se la giocherà alla pari con tutti. Speriamo.

La partita, come detto, dura poco. Il team di Christian entra in campo con garra, Vigevano invece perde un pallone dietro l'altro e così il gap fra le due squadre cresce di minuto in minuto. Protagonista assoluto in avvio è Candussi, che sigla 12 punti nel primo quarto con sortite (finalmente) sotto i tabelloni (anche una schiacciata!) e canestri dall'arco come piace a lui. Il divario al 4' è già di 10 lunghezze (12-2) con i lombardi che non vedono il canestro e i biancorossi che vanno a nozze e che trovano canestri da un po' tutti gli effettivi. Il 27-9 con cui si arriva al primo mini-intervallo è di Ferrero e il parziale al 10' parla da solo.

Nel secondo quarto c'è ancora meno storia: Trieste supera presto il trentello di margine con Ferrero finalmente protagonista e autore di 20 punti in un tempo; già a Torino, la settimana prima, aveva fatto intravedere progressi evidenti, che stia entrando anche lui in forma play-off? I biancorossi toccano quota 50 a 2 minuti e mezzo dall'intervallo: troppa grazia, con Vigevano più che triplicata (è ferma a 15...). Il 62-17 con cui si va al riposo assomiglia più a una sfida di minibasket che di A2.

Nella ripresa Trieste tocca anche il +50, dà spazio ai suoi giovani e spera che questa scorpacciata rappresenti la svolta stagionale e non una semplice e fortuita casualità.

 

PALL. TRIESTE - VIGEVANO 103-57

(27-9; 35-8; 19-17; 22-23)

TRIESTE: Obljubech 2, Bossi 5, Filloy 7, Rolli 3, Reyes 15, Deangeli 2, Ruzzier 1, Camporeale 2, Campogrande 3, Candussi 26, Ferrero 23, Brooks 14. All. Christian

VIGEVANO: Leardini 6, Bettanti, Smith 8, Wideman 6, Bertoni, Ceron, D’Alessandro, Strautmanis 2, Bertetti 12, Battistini 8, Rossi 8, Peroni 7. All. Valentini.


Condividi sui tuoi social