Trieste, 25 Luglio 2024

Supercoppa, il derby è di Trieste: Udine cade, si va ai quarti

15 Settembre 2023 Autore: Alessandro Asta

Conterà forse poco, ma il primo derby di stagione è targato Pallacanestro Trieste: l'Apu Udine cede in via Flavia nella gara decisiva di Supercoppa per il passaggio del turno (86-75) e i biancorossi si regalano l'accesso ai quarti di finale. Una partita dura come ci si attendeva, con la squadra di Jamion Christian a tenere maggiormente in mano l'inerzia nei quaranta minuti di Valmaura, con tanto ancora da registrare in difesa (specialmente nella difesa sul perimetro) ma con indubbi momenti di classe da parte delle proprie punte di diamante (e con il neo-arrivato Justin Reyes già apparso in buona forma, con una "doppia-doppia" preziosissima).

Udine allo starting-five inserisce subito gli ex biancorossi Clark, Delia e Da Ros (quest’ultimo applauditissimo dalla tifoseria di casa), per Trieste c’è Reyes già alla palla a due (e subito autore di una stoppata e di un sottomano). Il primo quarto è di parecchi alti e bassi da parte di entrambi i team, con un grande Candussi da otto punti in un battito di ciglia – oltre all’ottima difesa di squadra – a spingere i giuliani già avanti di dieci dopo tre minuti (12-2, time-out Vertemati). L’Apu rompe il ghiaccio affidando buona parte dei palloni a Clark e approfittando di un improvviso calo di intensità biancorosso: il risultato è il 10-0 di break ospite che riporta tutto in parità al 7’, a cui segue poi il contro-parziale di Trieste con Brooks e soprattutto Ferrero a capitalizzare in punti le palle perse da Udine nel finale di quarto (21-14 alla prima sirena).

Un mucchio di errori da ambo i lati del parquet caratterizza la fase iniziale del secondo periodo: si segna col contagocce ed è tutto sommato un buon affare per Trieste, che al 15’ resta avanti di otto (26-18). Christian sperimenta tanti quintetti diversi in campo per trovare la quadratura, c’è comunque più Apu a metà quarto (buona circolazione di palla, con le triple di Monaldi e Alibegovic per il -1 sul 28-27). Una magia di Reyes dall’angolo fa ripartire i biancorossi, altri successivi cinque punti del portoricano, un appoggio al vetro di Deangeli allo scadere dei 24’’ e il sottomano di Brooks sulla sirena di metà gara tengono Trieste avanti di misura al 20’ (40-37).

Una piccola spallata giuliana arriva nei primi tre minuti di terzo quarto, con il +9 frutto della solita consistenza di Brooks, Reyes e Candussi (50-41) ma anche della propensione a rimbalzo in attacco, che frutta ai giuliani anche il 2+1 del “Candu” al 25’ per il vantaggio interno in doppia cifra. Udine prova a restare agganciata col tiro pesante (triple di Alibegovic, Caroti e Monaldi), ma sul fronte interno sono i punti di Filloy, le percussioni in penetrazione di Brooks e i tanti assist dispensati da Ruzzier a tenere avanti Trieste anche a dieci minuti dal termine, anche se la “bomba” a fil di sirena ancora di Alibegovic tiene abbondantemente aperti tutti i discorsi (64-60).

Si gioca tanto sul tiro pesante nei minuti che aprono l’ultimo quarto: Brooks e Filloy da un lato, Caroti e Ikangi dall’altro ed è +4 ancora biancorossi al 32’. Trieste sembra incanalarla bene a cinque dal termine, tornando a +10 col piazzato di Campogrande (78-68) ma lavorando soprattutto con grande pazienza in attacco. Udine forza tanto, ha ancora in Alibegovic il principale terminale offensivo e riesce a dare qualche fastidio nel finale ai giuliani (-5 sulla "bomba" di Monaldi a 1'25'' dalla fine), è Ruzzier con un paio di gite in lunetta a chiudere i conti e a rendere felici i più di 3000 accorsi al PalaTrieste. E ora sotto con i quarti di Supercoppa, per proseguire il più possibile a vincere.

***

PALLACANESTRO TRIESTE 86
APU UDINE 75

(21-14, 40-37, 64-60)

PALLACANESTRO TRIESTE

Candussi 21 (5/7, 2/3), Brooks 17 (3/4, 3/5), Reyes 12 (3/11, 1/5), Filloy 12 (2/5, 2/4), Ruzzier 8 (2/6, 0/1), Deangeli 6 (2/2, 0/1), Ferrero 6 (1/2, 1/7), Campogrande 4 (2/2, 0/2), Rolli n.e., Pieri n.e., Bossi n.e.. All. Christian

Tiri liberi: 19 / 20 - Rimbalzi: 38 13 + 25 (Reyes 12) - Assist: 18 (Brooks e Ruzzier 5)

APU UDINE

Monaldi 17 (1/1, 5/8), Alibegovic 17 (4/5, 3/7), Ikangi 13 (2/5, 1/1), Clark 12 (4/10, 0/5), Caroti 9 (0/1, 3/6), Delia 4 (2/4), Arletti 2 (1/3, 0/1), Da Ros 1 (0/6, 0/1), Zomero n.e., Agostini n.e., Vedovato n.e, Dabo n.e.. All. Vertemati

Tiri liberi: 11 / 14 - Rimbalzi: 31 10 + 21 (Da Ros 6) - Assist: 8 (Da Ros 3)

 


Condividi sui tuoi social