Trieste, 17 Giugno 2024

L'orgoglio di Cantù tiene aperta la serie, Trieste fallisce il primo match point in casa

10 Giugno 2024 Autore: Alessandro Asta

Cantù si mantiene in vita con orgoglio, Trieste fallisce la prima occasione per chiudere la serie finale: è una gara-3 dalle mille emozioni quella che si materializza a Valmaura, con il 73-74 brianzolo che tiene aperte le speranze dell’Acqua San Bernardo e con i biancorossi a risorgere per ben due volte dalla doppia cifra di svantaggio, con un recupero che si strozza nell’ultimo possesso fallito da Brooks.

Nell’autentica bolgia di un PalaTrieste tutto esaurito ad accompagnare l’inizio del match, la bomba di Ruzzier regala il primo vantaggio casalingo dopo i liberi imbucati da Moraschini in apertura. Trieste ci mette energia e un paio di stoppate per rendere difficile la vita a Cantù, anche se il secondo repentino fallo di Candussi costringe Christian a buttare nella mischia Menalo dopo tre minuti (6-2). Il croato marca però subito presente infilando la tripla dall’angolo, con le mani biancorosse che successivamente continuano a essere incandescenti dalla lunga distanza grazie alla deflagrazione di Reyes del provvisorio +8 (12-4, time-out Cagnardi al 5’). L’Acqua S. Bernardo riparte con i quattro punti di Nikolic, i biancorossi si arenano in qualche palla persa di troppo in attacco e - pur con un impressionante 6/9 da lontano alla prima sirena - Trieste si ritrova Cantù attaccata alle calcagna e perfettamente in partita al 10’, sul 20-20.

Baldi Rossi mette l’”and one” del sorpasso e i brianzoli si prendono un briciolo di inerzia col successivo appoggio al vetro di Hickey del 22-27. I giuliani faticano tanto in attacco, sfruttando la verve di Reyes che mette i primi punti casalinghi della partita in pitturato, su lato ospite si innesta però anche Moraschini per il momentaneo +7 esterno (24-31), che diventa anche +10 con i cinque punti consecutivi firmati Hickey e Nikolic (26-36, time-out Christian a 180’’ dalla metà gara) ma soprattutto con una difesa forte a far perdere ben 10 palloni agli avversari. Filloy rianima Valmaura con una tripla di difficoltà immane, ma è Ferrero poi a far esplodere il PalaTrieste con sette punti di fila per un pareggio provvidenziale a quota 36, che è anche parziale al 20’ con parallela tegola per Cantù a perdere Moraschini per infortunio (bruttissima torsione del ginocchio) proprio nel finale di periodo.

Polveri estremamente bagnate da ambo le parti in apertura di terzo quarto, poi l’Acqua S.Bernardo va nuovamente avanti nel punteggio con Burns e Hickey per il break di 6-0. Trieste dimezza il gap con tre liberi di Reyes, ma anche in questo frangente di match Cantù non fa sconti né in difesa tantomeno in attacco: il folletto Hickey ricaccia i biancorossi sul -12 al 27’, i biancorossi cadono nell’oblìo e Cantù vola addirittura sul +16 con la tripla di Baldi Rossi. È Reyes a provare a dare la scossa con una palla rubata e relativa schiacciata, ma il divario resta comunque importante per i giuliani alla penultima sirena (45-59).

I canestri in avvio di ultimo quarto di Vildera e Reyes tentano di dare l’acuto che serve a Trieste per impostare la rimonta, Filloy da lontano regala il -10 al 33’ (53-63) seppure siano tante le forzature verso il ferro brianzolo: Baldi Rossi da sotto tiene lontana l’Acqua S.Bernardo, sempre in doppia cifra di vantaggio, la magia di Reyes in reverse ridà però nuova fiducia ai giuliani, col 2+1 del 58-65 a riaprire il match. Filloy e Brooks consegnano il -4 e l’arrivo è in volata: Hickey inventa la bomba del +7 ospite a 180’’ dalla fine (65-72), Nikolic la schiacciata del 66-74. L’estremo tentativo biancorosso di riequilibrare il match arriva con i liberi di Ruzzier, ma Cantù mantiene due possessi pieni di vantaggio a 1’20’’ dal termine. È Reyes a dimezzare il gap dai 6 e 75, col -3 nell’ultimo decisivo minuto: i brianzoli sbagliano praticamente  sul fronte opposto, Filloy risponde di tabella per lo svantaggio minimo (73-74 a 22’’, time-out ospite) e Trieste ricorre poi al fallo sistematico su Bucarelli che fa 0/2. I biancorossi perdono però palla nell’azione successiva, Hickey va in lunetta ma fallisce anch’esso il colpo del ko, con i giuliani a giocarsi tutto a un secondo e tre decimi. È di Brooks l’ultima occasione dall’angolo, che si spegne sul ferro: l’Acqua San Bernardo allunga la serie, si torna a Valmaura mercoledì per gara-4.

***

PALLACANESTRO TRIESTE 73
ACQUA S.BERNARDO CANTÙ 74

(20-20; 36-36; 45-59)

PALLACANESTRO TRIESTE: Bossi, Filloy 12, Rolli ne, Reyes 23, Deangeli, Ruzzier 8, Camporeale, Candussi 4, Vildera 7, Ferrero 7, Menalo 3, Brooks 9. All. Christian

ACQUA S.BERNARDO CANTÙ: Baldi Rossi 17, Berdini, Nikolic 15, Nwohuocha ne, Taralllo ne, Bucarelli, Hickey 29, Burns 6, Moraschini 4, Young, Cesana 3. All. Cagnardi

Arbitri: Miniati, Attard e Costa


Condividi sui tuoi social