Trieste, 21 Aprile 2021

Lo spareggio play-off è un monologo trevigiano

28 Marzo 2021 Autore: Roberto Urizio

Era praticamente uno spareggio: play-off in cassaforte per la squadra vincente, percorso più accidentato per la sconfitta. Messaggio che però è passato solo in casa De’ Longhi, mentre Trieste si è arresa senza nemmeno lottare, pensando più alle proprie difficoltà che al modo di superarle.  Il 95-76 finale dice tutto.

Da Ros e Upson sono in quintetto visti i problemi fisici di Grazulis e Delia, che comunque sono della partita. Logan è il motore che si accende prima e con sei punti firma il primo vantaggio significativo di Treviso (10-4 dopo tre minuti), ma i biancorossi rispondono con Da Ros, Doyle e Upson per il sorpasso. Primo quarto in parità a quota 19 con Trieste che ha una buona notizia nei due falli di Logan e una brutta nello strapotere di Mekowulu sotto canestro.

L’avvio di secondo periodo è molto complicato per l’Allianz che fatica a trovare il canestro (negativo l’impatto di Laquintana, che poi uscirà per una botta alla testa) e soffre la verve di Lockett che porta i suoi sul 30-23. Una tripla di Sokolowski firma il vantaggio in doppia cifra per i padroni di casa (35-25), con una persa e un fallo in attacco di un confusionario Henry. Ma due liberi dell’ala americana (che però a stretto giro di posta si troverà con tre falli a carico) aprono il parziale triestino di 7-0 completato da cinque punti in fila di Fernandez. Trieste però va troppo a sprazzi e all’intervallo lungo si trova sotto di 11 (43-32) contro una Treviso più reattiva e trascinata dai 12 punti di Sokolowski, rebus irrisolto per la difesa ospite.

Otto punti di Logan per iniziare il terzo periodo, Trieste cerca di resistere con Upson (il migliore dei suoi) e Alviti. Logan però fa quello che vuole e l’Allianz sembra non avere energie, anche agonistiche, per giocarsela. La serata di Doyle è l’emblema delle difficoltà giuliane, Sokolowski fa il Logan e la De’ Longhi va a +19 (69-50) a 2’26” dalla fine del terzo quarto. Dalmasson prova a tirare fuori dalla naftalina Cavaliero per dare una scossa anche emotiva alla partita, Trieste risponde con un 6-0 per ridare senso al match. Ma il 71-58 dell’ultimo intervallo sembra complicato da rimediare.

Delia prova a suonare la carica ma ci vorrebbe una difesa che Trieste ha lasciato a casa, e il dominio a rimbalzo dei padroni di casa è di fatto un’assicurazione sulla vita. L’ultimo quarto è solo una marcia di avvicinamento per la vittoria trevigiana, con tanto di scontro diretto abbondantemente ribaltato. Allianz troppo morbida per pensare di mettere in discussione una partita che una squadra ha interpretato come uno spareggio, l’altra no.

 

DE’ LONGHI TREVISO – ALLIANZ TRIESTE              95-76

 (19-19; 24-13; 28-26; 24-18)

DE’ LONGHI TREVISO

*Logan 25 (2/3, 5/9), *Russell 10 (4/6, 0/1), Vildera (0/1), Imbrò 3 (1/2, 0/1), Piccin, Chillo 10 (5/8, 0/1), *Mekowulu 8 (4/6, 0/1), *Sokolowski 28 (3/5, 6/9), *Akele 2 (1/4, 0/1), Lockett 9 (4/5). N.e. Bartoli

All. Menetti

ALLIANZ TRIESTE

*Upson 18 (7/9, 0/1), *Fernandez 18 (4/7, 3/7), Laquintana (0/2, 0/1), Delia 8 (2/3), *Henry 10 (1/2, 1/3), Cavaliero 3 (1/2 da 3), * Da Ros 4 (2/5, 0/1), Grazulis 2 (1/1, 0/2), *Doyle 3 (1/3, 0/3), Alviti 10 (2/4, 2/3). N.e. Coronica, Arnaldo

All. Dalmasson

Arbitri: Baldini, Grigioni e Valzani

Note: tiri da due Treviso 24/42, Trieste 20/36. Tiri da tre Treviso 11/23, Trieste 7/23. Tiri liberi Treviso 14/14, Trieste 15/21. Rimbalzi Treviso 42 (31+11), Trieste 29 (20+9). Assist Treviso 19, Trieste 19


Condividi sui tuoi social