Trieste, 29 Febbraio 2024

Contro l’Olimpia è la partita dell’anno. Con tante… “prime volte”

04 Febbraio 2023 Autore: Alessandro Asta

Una partita che non ha bisogno di presentazioni, un’avversaria che può far tremare i polsi per la profondità del suo roster ma che al tempo stesso – alla Pallacanestro Trieste dell’ultimo periodo – non può fare paura. Pochi dubbi: il match di domani pomeriggio alle 17 contro l’Olimpia Milano griffata EA7 (arbitreranno Paternicò, Paglialunga e Valleriani) sarà a tutti gli effetti la partita dell’anno, quella che si giocherà all’Allianz Dome. E di motivi ce ne sono tanti.

Quattro vittorie di fila, con annesso piccolo ma significativo passo fatto verso la salvezza: la banda di Marco Legovich può ripartire da questa certezza, perché il lavoro fatto in palestra ha portato un salto di qualità non indifferente da parte di tutti, non solo sul fronte della classifica che comincia a sorridere un pochino di più rispetto al recente passato. Certo, contro una corazzata come quella di Ettore Messina, che presenterà tante incognite e pochi relativi punti di riferimento vista la forza dei singoli (tra gli altri, oltre al neoarrivato Shabazz Napier, c’è anche il “nostro” Stefano Tonut a diventare uno degli osservati speciali numero uno per la difesa giuliana), servirà davvero la gara perfetta in attacco e in difesa. Ma chissà che le tante “prime volte” che si consumeranno proprio domani a Valmaura non siano portatrici sane dell’impresa.

L’esordio di Emanuel Terry, che ha sostituito AJ Pacher volato a Cremona; la forza di un pubblico che supererà abbondantemente le 5000 unità, come mai accaduto in questa stagione e negli ultimi anni e anche strizzando l'occhio a un "sold-out" non così difficile da raggiungere; il “very dark grey” della maglia speciale che Trieste vestirà, trasformandosi per un pomeriggio da biancorossa a grigia. Tante le novità in una botta sola, così come tanto è l’entusiasmo che si respira in città per una palla a spicchi che è tornata a essere chiacchierata e seguita in città. Non solo nei più celebri bar dello sport. E allora che spettacolo sia, con il match dello scorso weekend contro Napoli a far capire che – con emozioni così forti che si sprigionano dalle tribune – ogni risultato è davvero possibile. Milano è dunque avvisata, al di là di un pronostico che pende a favore dei meneghini.


Condividi sui tuoi social