Trieste, 16 Settembre 2021

Ciani: "Bene la vittoria, ma sappiamo quanta strada abbiamo ancora da fare"

10 Settembre 2021 Autore: Alessandro Asta

Soddisfazione per la vittoria, ma la convinzione che la strada da fare sia ancora tanta: Franco Ciani, coach dell'Allianz, traccia in maniera chiara la "W" conquistata all'ultimo respiro contro Trento. "Una partita con un finale abbastanza particolare, frutto di tante situazioni diverse che si sono create: a un certo punto del match abbiamo avuto modo di prendere le redini della gara sul massimo vantaggio, in cui avevamo la speranza di portarla fino in fondo. Invece abbiamo avuto cinque minuti di smarrimento, così come era successo con Tortona, peccando della stessa ingenuità di tenere sotto controllo la partita e di tenere un ritmo alto. Proprio in quel momento abbiamo concentrato il numero di palle perse della nostra partita, poi andando sotto nel punteggio abbiamo avuto una grande freddezza a gestire gli ultimi istanti: averla vinta prendendola per i capelli è un segnale positivo, ma sappiamo perfettamente quale sia il cammino che ci attende per crescere".

Nell'analisi della gara, Ciani si sofferma anche sulla prova di alcuni singoli: "La scelta di rinunciare a un certo punto a Konate e di giocare con due "4" era dovuta fortemente all'assetto di Trento, con Mezzanotte e Caroline da lunghi e subito dopo con l'entrata in campo di Williams. Sagaba è dominante in area ma al momento deve entrare ancora nell'ordine di idee di difendere alto sui tiratori. Il nostro è un pacchetto di lunghi che ci permette soluzioni diverse, da qui la scelta di giocare in quel modo. Delia? Una flessione attesa, dopo la parentesi con la Nazionale dobbiamo cercare di recuperarlo dal punto di vista della reattività, oggi il serbatoio delle sue energie si è svuotato. Banks leader nell'ultimo quarto? Nei finali di partita cerchiamo di capire le soluzioni tattiche migliori, stasera abbiamo cercato di andare più sull'esperienza che sulle energie e l'esuberanza. Il fatto di affiancarlo a Fernandez ci ha portato ad azioni di qualità, un qualcosa che ci fa ben sperare per il futuro e per la possibilità di giocare con più di un giocatore che ci consenta di distribuire la pressione nei momenti più caldi del match".


Condividi sui tuoi social