Trieste, 17 Giugno 2024

Arriva Cividale, Trieste chiamata a proseguire il filotto di vittorie. E a crescere

11 Novembre 2023 Autore: Alessandro Asta

Altro giro, altro derby. E con buona approssimazione, quello di domani con Cividale (palla a due alle 18, arbitreranno De Biase, Puccini e Bonotto) sarà probabilmente completamente diverso rispetto a quello di domenica scorsa contro Udine, perché il prossimo avversario – senza quella dannata pressione che uno scontro così si porta inevitabilmente dietro – per certi versi potrà avere molta più tranquillità in corpo. Anche se in casa Eagles si viaggia abbondantemente nella parte destra della classifica, pur dopo una vittoria importante e tirata contro Rimini dello scorso weekend che ha permesso alla squadra di Stefano Pillastrini di ritrovare fiducia dopo il poker di sconfitte consecutive.

Per la Pallacanestro Trieste è innegabile che i quattro punti conquistati negli ultimi due match abbiano rinvigorito l’animo di una formazione che sembrava essere sull’orlo di una crisi di nervi. E la partita contro l’Apu, vinta in quel modo rocambolesco, ha rappresentato un carico non indifferente di entusiasmo. Certamente, per gli amanti del bel basket, quella attuale è una versione biancorossa che necessita ancora di tanta crescita tecnica: senza dubbio contro Udine è andata in scena una buona difesa (quella che, diranno sempre gli esperti della palla a spicchi, ti permette di vincere le partite), ora però ci sono da fare due passi in più. Sul fronte della continuità in campo e, soprattutto, sul non affidare le proprie fortune spiccatamente alle prove dei singoli: è andata bene a Piacenza con un super Filloy e – per come si erano messe le cose a otto minuti dalla fine, sul -8 – è andata benissimo contro l’Apu con la “mano di Dio” griffata Brooks allo scadere. Non ultimo, recuperare chi sta balbettando di più sul parquet: è forse questa la sfida più grande per questo team, che ha avuto comunque il merito negli ultimi ottanta minuti regolamentari di rispondere presente nella parte finale delle sfide vinte.

La Gesteco domani arriva a Valmaura fresca dell’inserimento del nuovo americano Vincent Cole e del calore dei tifosi ducali (già esauriti i 300 posti in secondo anello riservati agli ospiti, è probabilmente che un ulteriore centinaio di supporters arriverà da Cividale). Trieste ha un 2-0 negli scontri precampionato contro gli Eagles, ruolino che naturalmente si azzera completamente per la sfida di domani. Nell’analisi prepartita di ieri, coach Jamion Christian ha parlato di “una settimana di allenamenti fantastica”, relativa anche al fatto di avere il gruppo al completo. Sarà dunque un importante esame di maturità quello che i biancorossi affronteranno domani, proprio per testare la bontà del lavoro settimanale. Perché da questa squadra è palese e opportuno aspettarsi ancora qualcosa di più.

(credits ph. Panda Images)


Condividi sui tuoi social