Trieste, 07 Agosto 2022

Allianz domani a Cremona: prima in assoluto da head coach per Legovich

11 Gennaio 2022 Autore: Alessandro Asta

Il confermato ritorno in campo dell'Allianz, domani sera in casa della Vanoli Cremona, sarà anche la prima esperienza di Marco Legovich in qualità di capo allenatore. Non sarà infatti al PalaRadi coach Franco Ciani, fermato dalla positività al Covid (mentre gli ultimi tamponi molecolari hanno fortunatamente evidenziato la negativizzazione di tutti i giocatori del roster, si attende di fatto l'attestazione del "Return to play" per tutti gli effettivi precedentemente positivi). Sarà dunque il giovane tecnico triestino a farne dunque le veci: "Per me sarà un'emozione molto grande quella di condurre la partita da primo allenatore - spiega - anche se è una soddisfazione che arriva in una situazione difficile da descrivere. Ogni giro di tamponi in questi giorni poteva cambiare le carte in tavola ed è evidente che fino all'ultimo ci siamo tutti augurati che coach Ciani potesse rientrare. Per quanto mi riguarda cerco di trasmettere alla squadra tutta la carica e l'entusiasmo che ho, facendo il possibile perché possa essere un esordio positivo. La grande disponibilità e intelligenza di Franco nel capire il momento, la sua vicinanza e la serenità che è riuscito a trasmettermi sono di grande aiuto. Domani sarà un giorno per me da ricordare, daremo tutto".

Sul delicato momento della squadra: "É molto complesso descrivere quello che abbiamo passato negli ultimi 10 giorni. Vivere alla giornata è senza dubbio una necessità in questo momento, ma alla quale non ci si abitua mai. Abbiamo lavorato individualmente per i primi giorni quando ci sono state comunicate le positività dei giocatori per poi riuscire a lavorare tatticamente di squadra nel corso degli ultimi 3 allenamenti, con i giocatori che devo ammettere hanno come sempre dimostrato grande disponibilità e capacità di adattamento, di questo li ringrazio. In questo la positività di Franco ha di certo complicato le cose, ma ha al contempo intensificato le comunicazioni nello staff tecnico, rafforzando ancora di più la volontà di stare uniti per navigare tutti nella stessa direzione. Ringrazio oltretutto Stefano Comuzzo per il prezioso aiuto di questi giorni nel far fronte a questa emergenza. Nelle ultime sedute di squadra abbiamo decisamente trovato un buon equilibrio e l'applicazione da parte di tutti i ragazzi è stata esemplare. Arriviamo alla partita di domani nelle migliori condizioni possibili, date delle premesse parecchio complicate".

Sulla Vanoli: "Riguardo la nostra avversaria di domani, credo non sia mai facile ripartire dopo il Covid, lo abbiamo visto in prima persona lo scorso anno. Loro sono stati certamente bravi a farsi trovare pronti, a riportare in campo grande energia, fisicità, atletismo e cattiveria agonistica. Sono riusciti a portare la partita verso le proprie peculiarità, aggredire il match difensivamente per trovare canestri nei primi secondi. Adesso il loro morale sarà certamente alto: noi dovremo farci trovare pronti in una situazione dove saremo noi a dover rompere il ghiaccio dopo 3 settimane di assenza dalle competizioni ufficiali. La voglia di tornare in campo in questo senso deve essere indirizzata nel verso giusto. Deve essere gestita nella maniera giusta, senza voler strafare; il rischio è quello di perdere troppi palloni, un pericolo fisiologico senza ritmo partita nelle gambe. Cremona fa della corsa e dell'intensità su entrambi i lati del campo i suoi punti di forza. Dovremo fare una partita di grande lucidità e ordine, in entrambe le fasi di gioco, senza forzature, giocando su ritmi che ci siano congeniali. Dovremo stare attenti alle situazioni puntuali che si verranno a creare, cercando di sfruttare i loro punti deboli per costruire sicurezze".


Condividi sui tuoi social