Trieste, 27 Maggio 2022

Allianz, a Treviso la partita più... strana della stagione

27 Gennaio 2022 Autore: Alessandro Asta

Si gioca? Non si gioca? È questo l'interrogativo che, a poche ore dalla palla a due programmata per venerdì sera alle 20 al Palaverde di Treviso, continua a tenere banco in casa Pallacanestro Trieste. Con una Nutribullet duramente colpita dal Covid (e che, stando alle ultime notizie e in attesa di nuovi tamponi, vedrebbe la formazione di Menetti senza i positivi Chillo, Russell, Akele, Dimsa e Poser), l'Allianz potrebbe avere la certezza al 100% di disputare il match paradossalmente a poche ore dalla palla a due.

È questo un ambito su cui Franco Ciani, coach dell'Allianz, punta la propria attenzione nel consueto prepartita: “Questi ultimi due anni ci hanno obbligato a fare nostra una capacità di resilienza importante che si deve esprimere attraverso una certa elasticità mentale. Un’elasticità mentale che possa permetterti di gestire l’incertezza di partite, come questa con Treviso: sicuramente la squadra veneta si presenterà in campo con una condizione fisica non ottimale ma dall’altro lato con motivazioni forti e tanta voglia di reagire a questo momento. Dobbiamo essere dunque pronti a fornire una prestazione solida, contraddistinta anche da un sentimento particolare per quello che ci è successo nelle ultime ore pensando alla vicenda di Juan (Fernandez). Per rispetto di Juan dobbiamo pensare al nostro lavoro e fare il meglio possibile in campo, sperando che possa seguirci e tifarci da casa”.

Sui parecchi intoppi che hanno caratterizzato Trieste a livello di assenze nel roster: “Abbiamo già fatto più volte quadrato in questa stagione per affrontare problemi come gli stop di Campogrande e Lever, l’assenza di Juan e Banks a Cremona: siamo sempre riusciti a ritrovarci e a giocare con solidità e determinazione, è quello che vogliamo fare anche nelle sfide dei prossimi quattro giorni, tra Treviso e Napoli. Due match importanti, due banchi di prova per quello che può essere lo sviluppo di questa seconda parte di stagione. Al Palaverde troveremo una formazione che come sempre giocherà una buona pallacanestro nonostante gli imprevisti degli ultimi giorni. Sarà nostro dovere imporre ai nostri avversari determinate cadenze e situazione tattiche a noi favorevoli”.

Previsto anche l'esordio domani di Luca Campani, che nei giorni scorsi è entrato a far parte del roster triestino: “Luca si è presentato qui con l’atteggiamento giusto, in punta di piedi ma portando l’entusiasmo contagioso del sentirsi pronto a ritornare in pista e con voglia di imparare in fretta a come aiutare la squadra. Certo pensare ad un suo inserimento completo nei nostri equilibri di gioco è prematuro ma il suo atteggiamento è quello corretto per accelerare i tempi e provare fin da domani a dare qualche minuto di qualità, grazie alla sua esperienza e alle sue indubbie qualità tecniche”.


Condividi sui tuoi social