Trieste, 17 Giugno 2024

Venjulia, presentazione al Savoia: sono 200 i tesserati

14 Settembre 2023 Autore: Redazione

Il rugby triestino gode di buona salute. La dimostrazione l’hanno data gli atleti del Venjulia che oggi pomeriggio hanno invaso la “Sala Imperatore” dell’Hotel Savoia Excelsior, negli stessi giorni in cui l'alabardato Giacomo Nicotera, punto fermo della nazionale, nato e cresciuto atleticamente con i colori del sodalizio biancorosso, è sceso in campo con l’Italrugby ai campionati mondiali che si stanno svolgendo in Francia.

Dalla categoria Under 6 fino ad arrivare alla prima squadra, che quest’anno sarà impegnata nel Campionato di serie C Triveneto, passando per l’intero settore giovanile fino ad arrivare agli Old-Veterani Over 35, gli atleti del sodalizio presieduto da Maurizio Boz sono stati presentati da Leonardo Zannier, cantante, attore e regista che non ha mai smesso di praticare il rugby.

L’occasione è servita anche per presentare il nuovo direttivo e soprattutto illustrare le attività agonistiche della stagione alle porte. Il campo Ervatti di Borgo Grotta Gigante ha infatti accolto, dopo la pausa estiva, i circa 200 tesserati, maschi e femmine, che hanno scelto di misurarsi nel gioco della palla ovale, assieme a un gruppo di tecnici che li stanno allenando a uno sport dalla forte valenza educativa. Come ribadito nel corso della presentazione, infatti, il rugby è una disciplina inclusiva, adatta a tutti, che permette di porre particolare attenzione allo sviluppo motorio di chi lo pratica, ma che veicola soprattutto un insieme di valori universali, la cui importanza supera i confini del rettangolo di gioco.

La stagione che sta per iniziare presenta già una importante novità, dal momento che la società del presidente Boz, giunto al suo secondo mandato, ha stretto una sinergia con il Juvenilia Rugby di Bagnaria Arsa, ambizioso sodalizio con il quale i biancorossi collaboreranno per il settore giovanile.

Gli allenatori e i dirigenti hanno infine rilanciato l’appuntamento di domenica 24 settembre: a partire dalle 10.30 all'Ervatti, il consueto “Open day” permetterà a tutti i bambini e le bambine, dai 4 anni in su, di avvicinarsi a questo affascinante sport, anche solo per correre dietro a una palla ovale e per vedere l’effetto che fa.


Condividi sui tuoi social