Trieste, 16 Luglio 2024

Stefanelli: "Stagione piena di soddisfazioni". A novembre il grande colpo?

07 Giugno 2024 Autore: Marco Bernobich

La stagione 2023/2024 è stata, per il rugby FVG, un’altra annata di consolidamento e di crescita. Volendo disegnare una panoramica dell’attività svolta, abbiamo chiesto al presidente regionale della FIR da dove iniziare a tratteggiare il quadro.

Partirei dal mini-rugby - esordisce Emanuele Stefanelli - dove tutti hanno lavorato alacremente, raggiungendo risultati a livello regionale e non solo. Abbiamo avuto società che, partendo da piccoli numeri, sono arrivate a ottimi risultati, anche con vittorie a livello provinciale, per esempio nell’under 8. Salendo poi di età, nel comparto maschile, gli under 14 e 16 hanno lavorato molto con il CR, anche grazie al centro di formazione, e gli appuntamenti mensili congiunti hanno dato notevoli frutti”.

Che ci dice riguardo al settore femminile?

Le ragazze sono state molto brave, piazzandosi bene in classifica in Serie A. Va menzionata anche la partecipazione nel Trofeo 6 Regioni, ad Ancona, sotto l’egida Forum Iulii, così come, a livello CR, sottolineo che è partito un progetto simile al CdF maschile. Inoltre, per il prossimo anno, è previsto un appuntamento settimanale, anziché mensile, per rafforzare la filiera anche sul fronte rosa”.

E lato seniores?

Questa è una menzione obbligatoria, anche perché rappresenta un veicolo trainante. Il Campionato di Serie C di prima fascia è stato per noi di buon livello: se Trieste si è ben difesa e Pordenone si è salvata, Udine ha centrato la promozione in Serie B, e ciò dimostra un gran lavoro in essere e in divenire”.

Ritornando agli Under, soddisfazioni anche per i singoli atleti?

Oltre ad alcune convocazioni azzurre, alcuni nostri U18 e U16 provenienti dal CDF sono diventati tricolori, essendo entrati nel circuito del Centro di Formazione Permanente che ha sede a Treviso”.

Come definirebbe l’annata appena conclusa?

Con due considerazioni. In primis una stagione complessa e piena di soddisfazioni, anche in funzione degli obiettivi: la crescita dei tecnici regionali, che ha creato un indotto culturale oltreché sportivo, il consolidamento di tutti i numeri e un centro di formazione e un organigramma solidi e di cui sono molto felice, così come sono orgoglioso delle società che sono molto brave a gestire lo sviluppo complessivo del movimento. Oltre a ciò devo dire che il percorso stagionale non è ancora concluso: il raduno della Nazionale Seven ha visto una prima tappa a Pordenone, e proprio in questi giorni ci sarà un secondo appuntamento a Udine. Inoltre, giovedì prossimo (13/6, ndr), avremo una riunione plenaria con presente il presidente nazionale Innocenti, per un bilancio di questa stagione e dell’intero mandato di cui si è in scadenza, visto che in autunno ci aspettano le prossime elezioni”.

E fosse tutto! Sembra che a novembre, proprio nella nostra regione, sia attesa la nazionale argentina seniores per un importante test-match...


Condividi sui tuoi social