Trieste, 17 Giugno 2024

Zaule e "2020" uniscono le forze: nasce il Muggia 1967

11 Giugno 2024 Autore: Roberto Urizio

Zaule Rabuiese e Muggia 2020 hanno ufficializzato la fusione nel Muggia 1967, nuova realtà che porterà i colori sociali viola e blu (a onorare entrambe le società), con l'obiettivo di unire le forze per puntare nei prossimi anni alla Serie D.

“Un momento importante per lo sport muggesano – ha commentato nella conferenza stampa di presentazione il sindaco Paolo Polidori -. Come amministrazione, daremo tutto l'appoggio possibile per dare gambe a un progetto che chiude un cerchio in fatto di affidamento degli impianti a un unico soggetto. Lo Zaule ha una storia più lunga, il Muggia 2020 è una realtà più giovane ma molto dinamica, entrambe rinunciano a qualcosa di proprio per qualcosa di più grande”. Secondo l'assessore allo sport Alessandra Orlando, si tratta di “un progetto che punta a obiettivi importanti, a livello di settore giovanile e non solo”.

Il presidente del Comitato regionale Figc, Ermes Canciani, ha sottolineato “gli sviluppi importanti che può portare questa fusione tra una realtà storica e una più recente ma che ha dimostrato di non essere certo un fuoco di paglia. La volontà di lavorare insieme porta sempre a ottimi risultati”.

Visibilmente emozionato Luigi Giani, presidente dello Zaule Rabuiese: “Porto l'entusiasmo di un ventenne con l'esperienza degli 80 anni, molti dei quali spesi nel mondo del calcio. Crediamo profondamente a questo progetto, che punta a dare a Muggia il calcio di un certo livello: nel giro di qualche anno credo che potremo puntare alla Serie D, realizzando un settore giovanile degno di questo nome, partendo comunque da una base già abbastanza bene strutturata ma con la prospettiva di crescere, a partire dalla qualità dei tecnici”. Secondo Giani, “le due società sono sane e arrivano a questa fusione senza debiti da coprire, potevamo anche continuare ognuno per la propria strada, ma gli spezzettamenti portano a risultati solo parziali”.

Marco Bertocchi, presidente del Muggia 2020, ha rimarcato come “nella nostra breve storia abbiamo compiuto passi da gigante, ma oggi pensiamo che questa fusione sia la strada giusta per dare a Muggia e ai suoi ragazzi qualcosa di importante. Ci saranno intoppi, dobbiamo ancora imparare a conoscerci bene ma sono certo che solo unendo le forze si possono ottenere risultati, a cominciare dalla valorizzazione del settore giovanile”.


Condividi sui tuoi social