Trieste, 27 Novembre 2022

Un trio keniano domina il Trofeo Generali, in rosa prima vittoria per Giada Antonazzo

25 Settembre 2022 Autore: Maurizio Ciani

Parafrasando un celebre film degli anni ’70 (Frankenstein Junior), “poteva esser peggio”; effettivamente ha piovuto, come presagito da Igor in una storica scena della pellicola, però nulla in confronto alle copiose precipitazioni della scorsa notte o della prima mattina di oggi. Alle 9.30, alla partenza del 17° Trofeo Generali – 4° Trofeo Conad Superstore collocata presso il campo sportivo di Visogliano, addirittura c’è stata una tregua, utile non tanto a chi da lì a poco si cimentava a correre per 7.5 km sulle pendici del monte Ermada quanto a chi desiderava scattare qualche foto agli oltre 200 partecipanti di questa kermesse, valida come 7ª prova del Trofeo Trieste.

Allo start il podio era già intuibile, anche se non era ancora chiaro quale dei tre keniani sarebbe giunto per primo a Duino. Dopo un paio di chilometri Lengen Lolkurraru (nella foto, sulla destra con il pettorale 1173) ha costruito un po’ di margine su Eric Muthomi Riungu; i due poi sono giunti al traguardo divisi da meno di dieci secondi: 24’05” e 24’13” i loro crono. All’arrivo, assieme a Sammy Kipngetich Meli che ha chiuso 3° in 25’11”, hanno seguito su uno smartphone le gesta del connazionale Eliud Kipchoge, il quale a Berlino ha migliorato il record mondiale della maratona, che già gli apparteneva: 2h01’09” il nuovo tempo da battere! Particolarmente felice Sammy Meli, in quanto entrambi appartengono alla tribù africana dei Kalenjin. Primo atleta regionale Giuseppe Puntel, carnico della Sportiamo, che ha terminato la sua fatica in 26’10”; 5° in 27’03” Simone Spessot della Promorun, triestino che però vive da tempo a Lugano e quando si trova in visita parenti dalle nostre parti approfitta per prendere parte a queste competizioni.

In ambito femminile è arrivata la prima vittoria in una prova del noto circuito podistico cittadino per Giada Antonazzo; la giovane cussina, che ha iniziato a praticare questo sport a 11 anni quindi è più abituata alla pista, proprio ieri a Pordenone era riuscita a scendere per la prima volta sotto i 5 minuti nei 1500 metri, stabilendo il personale di 4’57”39. Ad ogni modo si è ben destreggiata pure sull’ostico percorso odierno, in prevalenza sterrato, ondulato e contraddistinto da diverse pozzanghere, che ha completato in 32’14”. Alle sue spalle per tutta la gara c’era Federica Babich dei Teenager Staranzano, che nel tratto finale ha resistito al ritorno di Emerita Mosquera del San Giacomo (4ª in 34’17”) mentre nulla ha potuto contro lo sprint di Tatiana Hrodetska dell’Atletica Monfalcone, che quindi si è colorata d’argento in 34’07”; 3ª a 5 secondi di distanza la Babich. Per la prima volta nella top five è entrata Antonella Amenta della Trieste Atletica; più a suo agio sulle corse su strada, non è riuscita a nascondere l’euforia per il risultato ottenuto. Figlia di Salvatore, runner molto conosciuto nel panorama locale che l’ha avvicinata a questo mondo 5 anni, da piccola non faceva sport però si dedicava ai musical; oggi è giunta 5ª in 36’07”.

Tra le società il primo posto è andato nuovamente ai Free Runners con 32 classificati, il 2° al Gsd Val Rosandra con 30, invece hanno condiviso la 3ª piazza a quota 21 il San Giacomo e proprio gli organizzatori del Gruppo Generali; ricordiamo che l’intero ricavato della manifestazione è andato a favore di due medici dei reparti di ematologia ed oncologia dell’Ospedale Maggiore e a sostegno delle famiglie in difficoltà.


Condividi sui tuoi social