Trieste, 16 Luglio 2024

Nuovo record italiano per Emanuele Pangher nel giavellotto

12 Giugno 2024 Autore: Redazione

La copertina del week-end spetta, per l'atletica leggera, al lanciatore paralimpico Emanuele Pangher, protagonista alla prima edizione dei “Narni Games” in provincia di Terni. L’atleta gialloblu, classe 2002 e allenato da Fabio Mandarà, ha raccolto la doppietta, vincendo il lancio del disco (con un miglior lancio a 41.07 metri, primato stagionale) e soprattutto del giavellotto. In quest’ultima prova è riuscito a scagliare l’attrezzo a 37.44, siglando il nuovo record italiano della categoria F13. “Siamo sicuramente soddisfatti delle ultime due prestazioni, ottimo viatico verso i Campionati Italiani FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) che si svolgeranno a Brescia il 29-30 giugno. Lì l’obiettivo sarà migliorare i miei primati nazionali e continuare su questa strada. Mi sento bene e in condizione nonostante negli ultimi mesi io e il mio team abbiamo dovuto fronteggiare un fastidioso infortunio alla spalle”, il commento di Emanuele.

I ragazzi del presidente Pompeo Tria sono stati protagonisti anche ai Campionati Regionali Assoluti su pista, andati in scena a Udine. Sui 100 metri si è confermato in buona condizione Enrico Sancin che, dopo aver corso in 10.71 in batteria, nell’atto conclusivo si è imposto con il crono di 10.68 (sceso quest’anno a 10.54). Nel mezzofondo prolungato continua ad inanellare successo e tempi di valore lo junior Federico Cernaz, che ha colto il successo sui 5000 con il crono di 15:23.05. Si è ben comportato il marciatore Luigi Reis, che non ha avuto rivali sui 10.000 di marcia, tagliando il traguardo dopo 44:39.13. Sono tornati a casa con il titolo regionale di specialità anche il triplista Luca Di Benedetti (13.58) e Daniele Torrico, vincitore dei 3000 siepi in 9:25.45. Infine, è da sottolineare il comportamento di Tinej Sterni e Raffaele Selleri. Il primo ha chiuso 2° sugli 800 timbrando il nuovo primato personale di 1:50.82, mentre Selleri, dal canto suo, ha trovato un riscontro cronometrico di spessore nazionale sui 1500, in cui ha chiuso 4° in 3:56.75.

(da sinistra Emanuele Pangher con il suo tecnico Fabio Mandarà)


Condividi sui tuoi social