Trieste, 13 Maggio 2021

Mezza maratona, raggiunto il tetto: in 1500 al via

29 Aprile 2021 Autore: Redazione

Tre giorni al grande evento. La Trieste Half Marathon, la mezza maratona organizzata dalla Miramar insieme alla Trieste Atletica e con la co-organizzazione del Comune, sta scaldando i motori. Domenica 2 maggio ritorna l'appuntamento con la storica kermesse di maggio, un tempo denominata Bavisela e che negli anni si è guadagnata rispetto e stima non solo localmente ma anche fuori dai confini provinciali e regionali.

E' stato raggiunto il tetto dei 1500 partecipanti che si sono già iscritti alla manifestazione e che godranno di un percorso spettacolare che si snoda sulla strada costiera, totalmente chiusa al traffico. Come spiega Roberto Furlanic, responsabile tecnico della mezza maratona alabardata, "il percorso è panoramico, fatto di momenti suggestivi per tutti i runners, soprattutto per quelli che non guardano soltanto al crono. Chi invece cerca una bella prestazione avrà l’opportunità di esprimersi al meglio poiché si tratta di un percorso veloce. C’è soltanto una piccola salita di cinquecento metri, dopo due chilometri dallo start, che si ripresenterà anche al ritorno, in discesa ovviamente. Sarà il momento in cui generalmente qualcuno potrà andare in crisi; qualcuno sarà in difficoltà e altri saranno agevolati. Rispetto al percorso della Mujalonga sul Mar (gara di 10 km che si è corsa una decina di giorni fa a Muggia, ndr), che è molto veloce e piatto ma molto esposto, abbiamo una zona più riparata grazie al monte, per cui se dovesse soffiare un po' di bora, i corridori saranno protetti".

Le previsioni dell'Osmer, a tale proposito, non sono granché incoraggianti: nella notte e al mattino dovrebbe piovere con intensità ed in giornata il tempo dovrebbe rimanere instabile. Sulla costa soffierà probabilmente libeccio, in alcune ore piuttosto sostenuto, con provenienza sud-ovest. In quel caso (e speriamo che non avvenga) la strada costiera risulterebbe un po' meno riparata. Ma mancano ancora tre giorni all'evento e si sa che le previsioni, in 72 ore, potrebbero addirittura stravolgersi. Incrociamo le dita.


Condividi sui tuoi social