Trieste, 16 Luglio 2024

All'Evening Summer Trail, trionfo della Snidero sui sentieri di casa

29 Giugno 2024 Autore: Maurizio Ciani

L’Evening Summer Trail ha dato il via ai “Fucsia Fridays” curati dall’Evinrude. Nel tardo pomeriggio di ieri una settantina di partecipanti si è data appuntamento al molto “T” di strada per Lazzaretto per questa prova di 7 km (dislivello 300 metri) che tocca i sentieri della traversata muggesana: «Una vera e propria gara di corsa in montagna», ha dichiarato il presidente del sodalizio rivierasco, Graziano Ferlora. Nonostante la distanza non siderale, considerate pure l’umidità e le temperature elevate sono stati disposti due ristori sul percorso, più il solito punto finale con la frutta di stagione.

Al femminile non c’è stata storia, con Elena Snidero che ha dominato, forte di tre motivi per sentire particolarmente l’evento: 1. nel 2019, dopo tre gravidanze, fu la manifestazione che sancì il suo ritorno alla corsa; 2. è organizzato dalla sua società; 3. è altresì la gara di casa, in quanto, come dice lei stessa, praticamente vive in questi boschi. La Snidero ha trionfato in 38’04”, con il 6° crono della generale. Davanti a lei un terzetto ha fatto praticamente gara a sé; dopo un paio di chilometri è stato Elia Balestra dell’Atletica Val Brembana a rompere gli indugi, proprio quando le rampe si sono fatte più insidiose, quasi fossero piccoli muri da superare. Alle sue spalle è arrivato il 51enne Marco Moretton, tornato recentemente in auge con i colori del Cral Elettra Sincrotrone. Sale ulteriormente la categoria, con l’M55 Simon Strnad dell’Aldo Moro Paluzza, capace ancora di conquistare dei podi assoluti. Ricordando che le classifiche sono disponibili sul sito Euromarathon, i loro tempi sono stati: 31’42”, 33’03” e 34’26”. Ottima 4ª piazza per Andrea Babici del Val Rosandra in 37’04”, seguito da Matteo Novi in 37’39”; qualche minuto dopo, proprio l’ex sangiacomino è stato protagonista della gara delle clanfe, con la giuria qualificata che gli ha assegnato i voti più alti, mentre l’argento è andato al piccolo Adam Schiavon (classe 2012) e il bronzo a Lorenzo Cleva.

Tornando alla competizione podistica, al femminile ha conquistato la piazza d’onore in 40’39” Mariarosa Vultaggio del C.A. Fincantieri Wartsila, che ha il “vizio” di gareggiare post-trasferta lavorativa a Genova…era già accaduto alla Napoleonica. Con 10 secondi di distacco, sul gradino più basso del podio è salita la 18enne Lucrezia Cesca. Un passato da pattinatrice, si recava a correre di tanto in tanto col papà Stefano; poi si è appassionata e da ormai 3 anni è tesserata con la Polisportiva Triveneto. Presente pure l’Atletica Monfalcone con Tatiana Hrodetska, che non è nel suo miglior momento di forma in quanto impegnata negli studi per diventare operatrice socio sanitaria; ad ogni modo ha strappato un buon 4° posto in 41’43”. Chiudiamo la parte agonistica con Lara Kocjancic, 5ª 43’11”, la quale negli ultimi tempi si era dedicata maggiormente al ciclismo, però non disdegna nemmeno il running.

La classifica di società è stata appannaggio della Fincantieri Wartsila, con il Val Rosandra secondo invece terzi a pari merito sono giunti il San Giacomo e gli organizzatori dell’Evinrude.


Condividi sui tuoi social