Trieste, 08 Agosto 2022

L'Emilia Romagna trionfa agli "Alpe Adria Athletics Games"

24 Luglio 2022 Autore: Redazione

Mattinata ventosa allo stadio “Giuseppe Grezar” – ma questa è una caratteristica della città di Trieste – per i partecipanti degli “Alpe Adria Athletics Games”. Oggi si è consumata la seconda ed ultima giornata di competizioni presso l’impianto del capoluogo giuliano, il quale ha contato la presenza di oltre 400 atleti-gara nell’intenso weekend sportivo caratterizzato dalla concomitanza del 51° meeting del CUS Trieste, con il quale c’è stata un’ottima collaborazione.

Sono forse mancanti gli acuti dal punto di vista delle prestazioni, però è un po’ inevitabile in questa fase della stagione; anche per questo si sta già pensando ad anticipare la kermesse di qualche settimana nell’edizione 2023. Ad ogni modo è soddisfatto il fiduciario tecnico della Fidal FVG, la cui federazione ha organizzato l’evento; così Alessandro Brondani: «Siamo contenti perché le nostre punte di diamante hanno comunque voluto onorare la maglia, nonostante il periodo di vacanze; dove non avevamo junior e promesse, abbiamo tamponato con degli allievi che si sono ben comportati». È il caso di Giada Cabai, vincitrice ieri del peso con rivali pure di 4 anni più grandi; 12.82 metri la sua misura. Stamani sulle pedane sono stati protagonisti Enrico Saccomano (nella foto) e lo specialista delle prove multiple Lorenzo Modugno, che si sono agevolmente imposti nel martello e nell’asta rispettivamente con un lancio di 54.61 m e un salto di 4.50 m. Per il secondo una visita speciale, dal momento che è venuto a trovarlo l’amico Dario Dester, campione italiano assoluto del decathlon.

Ricordiamo che questo appuntamento era rivolto alle rappresentative Under 20 e 23 di quattro squadre dell’Alto Adriatico, benché già si pensi ad un ottagonale per il prossimo anno. Alla Slovenia oltre metà dei successi, essendosi affermata in 12 prove sulle 23 complessive. Però la formula prevedeva punteggi a scalare dal primo (8 punti) all’ottavo (1 punto), pertanto veniva premiata la costanza di una buona formazione. E così ha trionfato l’Emilia Romagna, davanti a Friuli Venezia Giulia, Slovenia – che ha pagato qualche assenza – e Veneto.

Romano Isler, presidente del CUS, è stato il capo delegazione del team di casa; hanno accompagnato le proprie compagini i presidenti dei comitati regionali Fidal di Veneto ed Emilia Romagna Francesco Uguagliati e Alberto Morini, mentre per la Slovenia c’era Albert Soba. «Siamo felici per la partecipazione di varie squadre che hanno dimostrato apprezzamento per il lavoro che abbiamo svolto per curare tutto al meglio – ha dichiarato il presidente Fidal FVG Massimo Di Giorgio –. Un ringraziamento per il contributo ed il sostegno alla Regione Friuli Venezia Giulia, al Comune di Trieste e alle sei società che ci hanno aiutato, ovvero Evinrude, Sportiamo, Trieste Atletica, Trieste Trasporti Atletica Giovanile, Val Rosandra e Bor. In particolare il presidente di quest’ultimo sodalizio, Gorazd Pucnik, ci ha supportato con la delegazione slovena».


Condividi sui tuoi social