Trieste, 23 Giugno 2021

Biasutti e Brigante, chance concrete di medaglie

11 Giugno 2021 Autore: Redazione

Sarà un weekend tutto da seguire quello che si aprirà questo pomeriggio a Grosseto e dedicato ai Campionati Italiani Juniores e Promesse. In casa Trieste Atletica sono principalmente due i nomi da segnare sul taccuino. In primis Simone Biasutti (in foto), tra i più esperti del gruppo e pronto a competere per la medaglia d’oro e a inseguire misure di altissimo profilo nel “suo” salto triplo. Il ventiduenne, cresciuto sotto la guida di Claudio Loganes e dallo scorso ottobre trasferitosi a Castel Porziano (Roma) per allenarsi con il bronzo olimpico Fabrizio Donato, ha intenzioni bellicose ed è desideroso di migliorare il primato personale di 16,51 realizzato all’esordio stagionale outdoor.

L’altro atleta con concrete possibilità di salire sul podio è lo junior Emiliano Brigante, già trionfatore su strada nei 10 mila a Bergamo ai campionati di società, con in più la consapevolezza (e se vogliamo la spavalderia) che può derivare dal fatto di avere già in tasca il pass per i Mondiali e gli Europei U20.

A confermare lo stato di grazia di questi due ragazzi è il direttore tecnico della Trieste Atletica Roberto Furlanic che traccia anche un quadro sulla compagine gialloblù: “Da Biasutti e Brigante ci attendiamo i piazzamenti migliori. Oltre a loro puntiamo molto su Messina nei 200 metri e su Ruzza nell’alto che, se dovessero trovare la giornata buona, possono ambire a posizioni molto vicine al podio. Gli altri faranno magari più difficoltà ad esprimersi, ma già riuscire a qualificare 12 ragazzi è indice di un movimento sano. C’è anche da ricordare che altri sono stati fermati da guai fisici, su tutti Sancin che ancora non ha recuperato completamente”.


Condividi sui tuoi social