Trieste, 07 Agosto 2022

Alpe Adria Athletics Games e 51° meeting del CUS Trieste: una sinergia vincente

23 Luglio 2022 Autore: Redazione

Una sinergia che ha premiato, con lo spirito “Together – Insieme”. Sono stati ben 300 gli atleti che hanno popolato pista e pedane dello stadio “Pino Grezar” di Trieste per i due eventi di giornata, che si sono svolti in concomitanza, ovvero gli “Alpe Adria Athletics Games” e il 51° meeting della storica società CUS. I “giochi” della zona geografica identificata come “Alpe Adria” rappresentano una prima assoluta con questa formula che sta coinvolgendo i migliori talenti Under 20 e Under 23 di Emilia Romagna, Veneto, Slovenia e Friuli Venezia Giulia, la cui federazione di atletica cura la kermesse.

La miglior prestazione del lungo pomeriggio sportivo è giunta in una degli ultimi atti, con lo sloveno Anej Čurin Prapotnik (nella foto, a destra) che ha eguagliato il record Under 20 della Slovenia dei 100 metri piani, facendo registrare l’ottimo tempo di 10”38. Giorgia Bellinazzi e Federica Botter, tesserate per l’Atletica Brugnera e recenti vincitrici del titolo italiano promesse, si sono affermate rispettivamente nei 200 metri in 23”98 e nel giavellotto con la misura di 52.28 metri. Ancora Friuli protagonista con la più giovane della prova del peso che ha sbaragliato la concorrenza; Giada Cabai del Malignani era l’unica allieva in gara – abituata tra l’altro ad utilizzare un attrezzo più leggero – però ha battuto rivali più grandi anche di 4 anni con un lancio di 12.82 m. Nel quadrangolare dell’Alto Adriatico, Slovenia sugli scudi, infatti i portacolori d’oltreconfine hanno portato a casa 6 delle 11 competizioni odierne; domani (domenica) si disputerà la seconda e ultima giornata, che determinerà la classifica finale. Un successo ciascuno per Veneto ed Emilia Romagna, con Giulia De Marchi che nell’alto ha superato l’asticella posta ad 1.78 m ed Anna Spada che nel “giro della morte” ha timbrato un 57”08.

Tornando al meeting del CUS, in particolare evidenza la solita Aurora Berton della Libertas Palmanova, che si è imposta nei 100 m con il crono di 11”67. Di ottimo livello il salto il lungo, con gli sloveni Dino Subasic e Maja Bedrac che sono soliti sul gradino più alto del podio con balzi di 7.45 e 6.13 metri. Negli ostacoli la titolare del record regionale assoluto del Friuli Venezia Giulia Giada Carmassi (Atl. Brugnera) ha tagliato per prima il traguardo dei 100 hs in 13”30. Giornata in cui diversi dei presenti hanno migliorati i propri personali, come il classe 2002 Paolo Messina della Trieste Atletica che ha abbassato il suo riferimento nei 200 metri a 21”26.

Presenti come testimonial tre ex olimpionici: il marciatore triestino Diego Cafagna e poi altri due atleti che sono stati pure campioni europei, quali Franco Arese (nei 1500 metri) e Venanzio Ortis (nei 5000).


Condividi sui tuoi social