Trieste, 09 Febbraio 2023

500 persone per la Christimas Run curata dalla "Miramar"

18 Dicembre 2022 Autore: Maurizio Ciani

Mezzo migliaio di persone hanno preso parte stamani alla Christmas Run, curata dall’Apd Miramar in collaborazione con il Comune di Trieste e con il contributo di TAL (main sponsor) e Koala Bike; proprio grazie al negozio di via Molino a Vento sono state messe in palio, ad estrazione, due biciclette per bambini. Ed i più piccoli sono stati in un certo senso i protagonisti della kermesse, infatti i proventi sono stati destinati all’associazione “Bambini del Danubio”, che si occupa di facilitare l’accesso alle cure mediche per i bambini gravemente malati appartenenti alle famiglie disagiate dell’area danubiano-balcanica.

Nonostante abbiano partecipato anche runner di alto livello, sottolineiamo che la corsa era di carattere non competitivo. Puntando di più all’atmosfera festiva, l’unica richiesta degli organizzatori era di indossare qualcosa di rosso; come vediamo dalla foto fornita dalla Buenas Agency c’è chi ha trasgredito, però come vediamo in modo ampiamente comprensibile, dal momento che questo gruppo si è vestito da alberi di Natale, con tanto di Santa Claus al seguito!

Venendo all’aspetto agonistico, come dicevamo non si può parlare di gara vera; possiamo dire che è stato un ottimo collegiale con scambio di auguri per alcuni forti portacolori della Trieste Atletica. I primi a giungere in piazza Unità, dopo un percorso di 5 km scarsi che si sviluppava tra le zone di Cavana e San Vito, sono stati all’unisono Fabio Vicig, lo junior Giulio Massimo Romano e Martino De Nardi; di origine veneta, il suo allenatore Roberto Furlanic ha detto di quest’ultimo: «Da under 23 aveva vestito pure la maglia azzurra per la corsa in montagna, poi si era dedicato maggiormente allo studio raggiungendo la laurea. Ora ha ripreso bene, si è integrato subito nel gruppo quindi mi aspetto belle cose».

Allenamenti a parte, come si dice conta molto il motore e Caterina Stenta, sempre tesserata gialloblù, ne è la riprova; dopo due mesi di stop causa infortunio (strascichi di una competizione sul Monte Bianco), con poche sessioni ha già raggiunto un buono stato di forma che le ha consentito di tagliare per prima il traguardo davanti a palazzo Cheba, ovvero il municipio. Nonostante non ci sia stata una vera e propria premiazione, hanno completato il podio Giada Antonazzo e l’intramontabile Giulia Schillani.


Condividi sui tuoi social