Trieste, 21 Settembre 2021

Falconstar ko in Supercoppa, ora testa al campionato

14 Settembre 2021 Autore: Redazione

Una partenza a rilento, poi il recupero fino alla parità e infine la sconfitta in volata. Questo sostanzialmente il copione della gara di Padova contro l'Antenore Virtus per la Falconstar, che saluta immediatamente la Supercoppa e inizia a programmare l'esordio in campionato, sabato 2 ottobre in casa contro Desio. Proprio il brutto inizio di partita ha pesato sull'andamento dell'incontro, sia perchè ha caricato la formazione di casa sia perchè ha costretto la Falconstar a spendere energie impreviste per tornare in partita, energie mancate nel finale.

“Siamo partiti molto contratti, non abbiamo avuto l'impatto giusto sulla partita – commenta coach Praticò – ci abbiamo messo un po' a scaldarci e le percentuali di tiro non ci hanno aiutato, sia quelle dal campo che quelle dalla lunetta. All'inizio Padova era semplicemente più reattiva e questo è stato l'unico errore della nostra partita perchè poi quando ci siamo affidati alla difesa siamo saliti di livello e ho visto la squadra che mi aspettavo fino agli ultimi minuti. Nel finale siamo arrivati cotti perchè avevamo speso tanto. Dobbiamo migliorare in tante letture e fare più attenzione ai particolari, va però dato merito alla Virtus di aver saputo capitalizzare al meglio ogni nostro errore”.

Al di là del risultato sono comunque più le note positive che quelle negative, dalla difesa di squadra (11 e 14 punti concessi in due delle 4 frazioni), appunto, alle prestazioni di alcuni singoli già in forma campionato come Rezzano e Coronica, quest'ultimo utilizzato molto da numero 4 anche per le rotazioni corte nel ruolo. Lo staff tecnico ha seguito molto attentamente la prova di Agostini che ha confermato di essere l'uomo giusto al posto giusto: il lungo ex Cividale e Cesena, arrivato in prova al posto del fuoriuscito Milisavljevic, ha avuto ampio spazio a disposizione per mostrare le sue qualità, sostituendo l'infortunato Medizza, proprio il giocatore cui dovrà dare cambi di qualità a partire da ottobre. “Agostini ha avuto un ottimo atteggiamento – conferma il tecnico – ha iniziato subito molto bene. Si è meritato i tanti minuti in campo, mi è piaciuto molto soprattutto nella protezione del ferro. Se riuscirà ad avere questo impatto anche quando tornerà Medizza e uscirà dalla panchina, sarà una gran cosa”.

La Falconstar ha giocato per vincere, lo dice il fatto che Praticò ha spremuto qualche titolare pur di riuscirci, ma non si fascia la testa per l'eliminazione. “E' chiaro che si gioca sempre per vincere, ed era pur sempre una gara ufficiale – conclude il coach – da un punto di vista egoistico però non avere più impegni ufficiali ci consentirà di allenarci di più. Se avessimo vinto avremmo dovuto giocare una gara infrasettimanale (a Vicenza mercoledì, ndr) e non avrei potuto risparmiare qualche uomo, uno su tutti Rezzano. Così lavoreremo invece senza forzare, organizzando qualche amichevole nelle quali dare tanti minuti agli under che ne hanno bisogno. Cercheremo poi di migliorare il gioco a metà campo, che è più indietro rispetto al gioco di corsa, che abbiamo curato di più in queste prime settimane di allenamenti”.


Condividi sui tuoi social