Trieste, 25 Luglio 2024

Cornuti e mazziati: noi in A2, Corey Davis nella ACB spagnola...

24 Ottobre 2023 Autore: Gabriele Lagonigro

Noi a piangerci addosso in A2, specie poi dopo l'indegna prestazione di domenica. Lui, fra i principali responsabili della retrocessione di maggio, serenamente in campo nella massima serie spagnola. Qualcuno dovrebbe spiegarci il motivo per il quale un giocatore risultato positivo alla cocaina dopo un controllo antidoping ufficiale in Italia nel giro di pochi mesi possa essere tranquillamente tesserato per un club di primo livello in un altro paese europeo, nel caso specifico con il Basquet Girona, che dopo aver vinto le prime tre gare della Liga iberica è stato sconfitto per tre volte di fila e quindi sta correndo ai ripari.

Una vicenda, quella di Corey Davis, mai completamente chiarita e sulla quale è calato un silenzio fin troppo assordante. Il play-guardia, ventisei anni, è mancato proprio nella fase cruciale della stagione passata e se la Pallacanestro Trieste inanellò quel filotto così negativo nel momento clou del torneo, la causa fu anche l'assenza di uno dei suoi giocatori di riferimento. Rivederlo in campo, dopo pochi mesi, suona quanto meno paradossale. A meno che le controanalisi non abbiano dato esito negativo e non sia stato prosciolto da ogni accusa. Ma in quel caso sarebbe spettato alla società farsi sentire e pretendere giustizia. Com'è andata resta un mistero. Noi, intanto, siamo in A2. Lui no.


Condividi sui tuoi social