Trieste, 05 Ottobre 2022

Aperta la campagna abbonamenti della Pontoni Falconstar

23 Settembre 2022 Autore: Redazione

Cividale, Padova e Vicenza, poi San Miniato (due volte) nei play-off. Nella seconda parte della stagione scorsa le grandi del campionato di serie B nazionale lasciarono il PalaPaliaga senza punti per la soddisfazione dei tifosi monfalconesi. Tifosi che anche a partire da sabato 8 ottobre, quando la Pontoni Falconstar giocherà il suo primo match casalingo contro il Brianza Basket nella seconda di campionato, reciteranno un ruolo fondamentale per le sorti del gruppo di coach Praticò e che per questo la società conta di vedere sempre più numerosi sugli spalti di via Baden Powell.

La campagna abbonamenti che si è aperta nei giorni scorsi intende favorire proprio questo scopo, con sconti speciali sia per i vecchi abbonati (conferma entro venerdì 23 settembre) che per i nuovi (apertura della sottoscrizione delle nuove tessere a partire da sabato 24 settembre). Per tutte le informazioni, dettagli, prezzi e contatti utili si rimanda al sito della società www.falconstar.it , nel frattempo a presentare la campagna abbonamenti è il general manager della Falconstar, Rolando Cerigioni.

“Il pubblico è stato determinante per la conquista dei play-off della scorsa stagione, in quella in arrivo il supporto dei tifosi sarà ancora più fondamentale considerate le tante difficoltà, a partire dalla formula del campionato – spiega il gm – ci auguriamo che i nostri tifosi, nella stagione in cui si può tornare a riempire il PalaPaliaga al 100% senza restrizioni, ci siano vicini sin dall'inizio del torneo. Nel campionato scorso ci furono tante presenze soprattutto nel girone di ritorno, e non è un caso che i risultati interni andarono di pari passo. Per questo abbiamo esteso le agevolazioni per gli abbonati, con sconti che arrivano fino al 45%, ovvero con 6 gare su 15 sostanzialmente gratis. Abbonarsi conviene anche perchè dopo 4 anni abbiamo dovuto aumentare il prezzo del biglietto per la singola partita (da 10 a 12 euro, ndr). L'aumento è dovuto ai tanti oneri che avremo, a partire dall'organizzazione delle lunghe trasferte in Sicilia, ma anche alla qualità dello spettacolo cui si potrà assistere: ci saranno grandi giocatori in tante squadre, quelle che vogliono non solo restare in serie B, ma anche arrivare alla A2, e secondo i media specializzati tra queste ultime ce ne sono molte”.

Tra le tante difficoltà tecniche cui fa riferimento Cerigioni c'è proprio anche il livello del campionato, che sarà altissimo. “Speriamo di fare la nostra parte e di essere protagonisti – conclude il gm – allo stesso tempo sappiamo che non è possibile competere con certi budget. Noi abbiamo puntato sulla continuità, proprio in virtù dell'ottimo finale di stagione scorsa, confermando tutti i punti cardine della squadra. Tra questi, con dispiacere, non c'è capitan Scutiero, che ha scelto di prendersi una pausa dall'attività per motivi personali. Dall'altra parte lanciamo ragazzi che sono prodotti del nostro vivaio, che hanno dimostrato di poter fare la differenza in serie C e che pertanto si sono meritati la chiamata. E' un premio per loro ma anche un'indicazione per tutto il settore giovanile, nella stagione in cui abbiamo riportato a casa con un progetto pluriennale coach Paolo Montena. Diciamo a tutti che i meriti vengono premiati e che le porte della prima squadra sono apertissime. Anzi, a medio-lungo termine vogliamo tornare ad avere la maggioranza del gruppo formato dai nostri ragazzi come ai vecchi tempi”.


Condividi sui tuoi social