Trieste, 27 Novembre 2022

A Crema la più bella Falconstar di stagione: ora serve confermarsi

16 Novembre 2022 Autore: Redazione

La vittoria pesante, quella che nelle speranze di tutto l'ambiente biancorosso potrebbe dare la svolta alla stagione, è finalmente arrivata. Pesante in senso positivo, perchè l'avversaria, Crema, era di tutto rispetto e perchè giunta al culmine di una prestazione perfetta per 39', nella quale la Pontoni Falconstar ha raccolto i frutti di quanto seminato in allenamento nelle ultime 2 settimane ed in particolare nell'ultima. Ci si era concentrati sull'attacco, ed ecco un bottino da 97 punti, con fluidità di gioco, intensità e percentuali di tiro ideali. Certo il brivido non è mancato ma questo fa parte del gioco.

“E' una vittoria importantissima soprattutto dal punto di vista morale – sintetizza coach Praticò – conferma la bontà del gruppo e delle scelte effettuate, abbiamo messo sotto una squadra molto attrezzata per la categoria, una che sin qui aveva perso solo con le prime della classe. Abbiamo attaccato, abbiamo difeso, abbiamo fatto tutto il necessario per vincere una partita così. Nell'ultimo minuto e mezzo abbiamo fatto di tutto per perderla ma per una volta ci è girata bene, sono comunque cose che possono capitare a qualsiasi livello”.

La Pontoni ha vinto come sa fare, ovvero con una prestazione di squadra, con 5 uomini in doppia cifra che hanno surrogato le assenze di capitan Medizza, rimasto fermo ai box per non aggravare un problema muscolare, e di Mazic squalificato. Spiccano i 19 punti di Prandin, ma anche i tabellini dei giovani, non solo quelli in doppia cifra, Bellato, Cestaro e Furin (doppia doppia con 10 punti e 10 rimbalzi) ma anche quelli di Soncin, Marson e Maiola. “E' stata una prestazione di squadra di livello enorme – continua il tecnico triestino – i senior hanno fatto la partita che volevo, gli under sono stati decisivi sia durante la gara sia nel finale. Abbiamo finito la partita con un 2005, un 2003, un 2002, un 2000 e un 2001, in emergenza per le assenze di Armin e Devil, e anche per le uscite per falli, ma non ci siamo mai aggrappati agli alibi anche perchè tutti i ragazzi sanno che possono dare molto. Ci alleniamo bene da ormai 3 settimane e gli under hanno capito cosa serve fare per stare in questa categoria. Adesso però ci avviciniamo a una sfida, quella con Bergamo, che dobbiamo fare di tutto per vincere, sia perchè in casa non abbiamo ancora vinto sia perchè dopo il calendario si fa durissimo. Dobbiamo dimostrare che possiamo avere in casa lo stesso rendimento mostrato a Capo d'Orlando e Crema”.


Condividi sui tuoi social